Masi svela la sesta edizione di ‘Costasera Contemporary Art’

0
30
Masi Costasera Contemporary Art

Masi, azienda vitivinicola della Valpolicella leader nella produzione di Amarone, rafforza il suo storico legame con il mondo della cultura presentando la sesta edizione del progetto ‘Costasera Contemporary Art’ (CCA), nato per unire l’arte contemporanea con l’eccellenza enologica. L’artista selezionato è il giapponese Yasuhiro Asai, esperto nell’arte della lacca giapponese, conosciuta come ‘urushi’, una delle più antiche e pregiate del Paese del sol levante. L’opera, intitolata ‘Saikou’, è un bruciatore di incenso che è stato riprodotto su una limited edition di bottiglie di Costasera 2005 destinate ai mercati internazionali. Il ricavato sarà destinato a finanziare una borsa di studio che consentirà a un giovane artista giapponese di imparare l’arte del vetro a Murano.

L’opera e le bottiglie di Costasera con etichetta d’artista saranno presentate all’Ambasciata Italiana di Tokyo il 1° novembre a un selezionato pubblico di opinion makers e autorità. ‘Saikou’ significa ‘la fragranza dell’Europa’: l’ispirazione dell’opera viene dall’Amarone Costasera, simbolo della cultura di un territorio che si esprime nell’aroma e nel gusto del vino.

Credo che la cura con cui si ottengono il gusto e l’aroma dell’Amarone Costasera rappresenti una vera e propria arte, di profonda eleganza” ha spiegato l’artista Yasuhiro Asai. “Partendo da questo concetto, per creare l’opera ho utilizzato le tecniche tradizionali tipiche della mia cultura, con un design contemporaneo, impiegando circa due anni di lavoro per completarla. Per le decorazioni, realizzate in madreperla con sfumature blu e viola, mi sono ispirato al motivo dei grappoli d’uva”.

Il risultato è un oggetto di grande preziosità e raffinatezza che unisce all’antica cultura orientale della lavorazione della linfa ricavata dall’albero urushi quella altrettanto antica e affascinante della coltivazione della vite e della produzione del vino, espressione del sapere millenario di un popolo.

“In Giappone, secondo mercato asiatico per consumo di vino e sesto importatore di vino al mondo, Masi ha una presenza consolidata da quasi 40 anni. Grazie alla collaborazione con JET, partner commerciale storico, il nostro Amarone Costasera è diventato un punto di riferimento amato dai wine-lovers nipponici; questo ci riempie di orgoglio” commenta Alessandra Boscaini, Direttore vendite di Masi. “Siamo particolarmente felici che Yasuhiro Asai, artista di straordinario talento, abbia accettato di contribuire al nostro progetto Costasera Contemporary Art, offrendo una prospettiva ricca di significato che unisce le antiche radici del sapere giapponese con la nostra tradizione vitivinicola”.

Ancora una volta l’Amarone Masi, considerato dal Presidente Sandro Boscaini “il miglior messaggero del territorio”, incontra l’arte e la cultura. La cantina veronese vanta infatti una lunga tradizione di progetti di mecenatismo: dal Premio Masi, promosso da oltre 40 anni dalla Fondazione Masi per valorizzare il patrimonio e le capacità di ingegno e produttive della Civiltà Veneta; al sostegno della Fondazione Arena e del celebre Festival Lirico che da cento anni promuove la cultura musicale nel mondo; fino alla collaborazione con artisti di fama internazionale come Liu Bolin, che nel 2014 ha scelto le cantine Masi come set per una delle sue celebri performance di fusione camaleontica con l’ambiente, dal titolo ‘Fade in Italy’.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here