Campo alle Comete 2015 Bolgheri Superiore: da un’annata preziosa nasce una nuova stella

0

Per Campo alle Comete – azienda nata poco più di due anni fa come avamposto toscano di Feudi di San Gregorio – è finalmente giunto il momento di presentare il suo primo vino, al quale spetta il compito di interpretare in modo compiuto il territorio di Bolgheri.

Figlio di un’annata tra le più felici e soprattutto tra le più regolari degli ultimi anni, Campo alle Comete 2015 rivela al primo impatto un bouquet complesso e ricco che racchiude il ricordo di piccoli frutti di bosco come anche di quella macchia mediterranea così presente attorno ai filari dell’azienda. Al palato si presenta vellutato e al tempo stesso intenso, con tannini ben presenti, fini ed eleganti; ed è facile immaginare che con il trascorrere del tempo dimostrerà sempre più la sua classe. Quella classe racchiusa dalle uve che costituiscono il suo blend, ovvero Cabernet Sauvignon, Merlot, Cabernet Franc e Petit Verdot.

La permanenza in piccoli botti di rovere francese, di primo e secondo passaggio, ha esaltato le classiche note balsamiche e speziate, che l’affinamento in bottiglia – iniziato a novembre 2017 – ha permesso di esprimere con grande eleganza. Tutto all’insegna di quella bevibilità e di quella pulizia che l’azienda ha scelto come suo dato distintivo.

Ad una denominazione importante qual è il Bolgheri Superiore risponde un’etichetta d’artista di grande impatto che rimanda al mondo incantato e sognante di Alice nel Paese delle Meraviglie. D’altronde Bolgheri è, enologicamente parlando, un paese delle meraviglie che l’etichetta di Campo alle Comete racconta ponendo al centro Bianconiglio che si affaccia dalla sua tana tra ciuffi di erba e guarda stupito il Giardino della Regina di Cuori su cui domina un grande soffione, diventato simbolo dell’azienda.

L’etichetta è una tessera ripresa da un lavoro pittorico di Nicoletta Ceccoli, artista sammarinese che grazie alle sue illustrazioni per l’infanzia si è conquistata fama internazionale. A lei si devono tutte le etichette dei vini di Campo alle Comete che rendono ancora più affascinante il loro territorio di produzione, fatto di terra, cielo e mare ma anche farfalle, pesci volanti, cavallucci marini, piccole bimbe dai lunghi capelli.

***

Il patrimonio produttivo di Campo alle Comete consiste in 15 ettari di proprietà ai piedi di Castagneto Carducci ed altri 3 in affitto trentennale in media – alta collina. Le varietà principali presenti sono le classiche di Bolgheri e interpretano una gamma che pone al vertice Campo alle Comete Bolgheri Superiore, cui si affiancano Stupore Bolgheri Doc, vino morbido e speziato, il Cabernet Sauvignon, il Vermentino, il Rosato e un Syrah in purezza. Volto e direttore dell’azienda è Jeanette Servidio.

Share.

Leave A Reply

Tutte le news del vino direttamente nella tua casella di posta elettronica ogni martedì. Iscriviti subito alla newsletter di Bereilvino.

ISCRIVIMI 
Niente SPAM, e ti puoi cancellare quando vuoi!
close-link