Cortaccia, terroir emergente di grandi rossi

0
87
produttori vino cortaccia

La 3ª edizione della “disfida” denominata Cortaccia Rossa ha visto sottoposti al giudizio di 28 giornalisti internazionali i vini taglio bordolese provenienti da due zone di acclarata fama quali Bolgheri e Bordeaux e dal territorio di Cortaccia sulla Strada del Vino.

Gli esperti, in arrivo da Svizzera, Germania, USA, Australia, Canada e naturalmente Italia, dopo aver degustato alla cieca i vini dal medesimo rapporto varietale, proposti in 4 diversi flight, hanno valutato in maniera estremamente entusiasta le bottiglie altoatesine; tanto da posizionarle in ogni round fra la metàclassifica e le posizioni di vertice.

Risultati Cortaccia Rossa 2019
Risultati Cortaccia Rossa 2019

Cortaccia, piccolo lembo di terra posizionato sulla destra orografica della Val d’Adige a sud di Bolzano, emerge da anni nella produzione di uve a bacca rossa, pur se circondato dal mare dei vigneti altoatesini destinati alle uve bianche.

I produttori di Cortaccia Baron Widmann, Cantina Kurtatsch, Peter Dipoli e Tiefenbrunner, consapevoli dellepotenzialità dei loro vini, hanno ideato nel 2015 queste degustazioni comparative. L’obiettivo è puntare in alto, ovvero crescere in qualità e conquistarsi un posto nel panorama internazionale dei vini taglio bordolese. Quale strumento migliore del confronto con una prestigiosa selezione di vini provenienti dai terroir più celebri che rappresentano la storia di queste varietà: Bolgheri e Bordeaux in primis, ma non solo.

Dopo le edizioni 2015 e 2017, quest’anno la degustazione si è svolta presso il Centro di Sperimentazione Laimburg (BZ) in occasione dell’evento Wine Summit. I 4 flight hanno visto contrapposti 16 vini in totale, con l’attenzione al rispetto del rapporto varietale all’interno dei singoli round a confronto. A rappresentare Cortaccia e l’Alto Adige vi erano l’Auerhof 2016 di Baron Widmann, il Frauenriegel 2016 di Peter Dipoli, il Freienfeld Riserva 2016 di Cantina Kurtatsch e il Vigna Toren Riserva 2015 di Tiefenbrunner.

Le quattro cantine organizzatrici, sorprese ed entusiaste dei risultati, hanno dichiarato:

– Già i due precedenti confronti avevano visto ottime affermazioni dei nostri vini, siamo oltremodo orgogliosi di vederne confermato l’alto livello qualitativo. Questi riconoscimenti ci danno fiducia nel continuare la strada intrapresa e ci spingono ad impegnarci con costanza nel dare vita a vini di ancor maggiore valore e dignità. Questo confronto per noi è un modo per sfatare il luogo comune, tuttora presente nel mercato del vino, dell’Alto Adige come terra produttrice solo di ottimi vini bianchi; dimostrando l’alto livello raggiunto dai nostri rossi e il loro potenziale di invecchiamento. E non solo, poiché siamo convinti del nostro lavoro e dei nostri vini, non abbiamo timore a rapportarci con i nomi più noti al mondo -.

– Il mondo del vino – chiosa Peter Dipoli in merito ai risultati della “sfida” – dovrebbe imparare dal mondo dello sport, nel quale gli atleti diventano famosi perché vincono le gare non perché sono belli o simpatici: per il vino è solo il bicchiere che dovrebbe contare -.

Cortaccia sulla Strada del Vino

Il territorio di comune di Cortaccia si trova sulla destra orografica della Val d’Adige a sud di Bolzano, e vede i vigneti posizionati su ripidi pendii terrazzati, fra questi, quelli destinati alle uve a bacca rossa si collocano fra i 220 e i 350 m s.l.m., rivolti verso sud-est. Il clima qui è alpino ma particolarmente soggetto agli influssi mediterranei e al calore generato dalle molte ore di insolazione dovute all’ottima esposizione. I terreni sono in parte argillosi, particolarmente adatti al vitigno Merlot, e in parte ghiaioso-sabbiosi, perfetti per il Cabernet Sauvignon e il Cabernet Franc. Le superfici destinate a questi tre vitigni sono in costante crescita; attualmente si attestano sui 45 ettari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here