Una piacevole sorpresa, i vini Vigna Dogarina

0

Sono per me una piacevole scoperta i vini che sto per farvi conoscere. Oggi in particolare scriverò di alcuni vini a marchio Vigna Dogarina di proprietà del gruppo vinicolo Cantine Viticoltori del Veneto Orientale,  anche conosciuto come Vi.V.O. Cantine. Prima di passare alla recensione dei vini da me degustati però, vorrei spendere due parole su questo grande gruppo vinicolo del Veneto che, fino a poco tempo fa neppure conoscevo. Cosa alquanto strana se si pensa che “gironzolo” nel panorama vitivinicolo italiano praticamente da sempre, dalla nascita.

La Cantine Viticoltori Veneto Orientale s.a.c. nasce solo nel 2012 a seguito della fusione tra la Cantine Produttori Riuniti del Veneto Orientale e la Cantina Produttori Campodipietra. Recentemente poi ha anche acquisito la cantina Vigna Dogarina, fino ad allora di proprietà della famiglia Tonus. Oggi questo importante gruppo vinicolo rappresenta qualcosa come 2000 produttori di vino, e oltre 4000 ettari di vigneti che coprono un territorio esteso, che parte dalla provincia di Treviso fino ad arrivare alla contigua provincia di Venezia.

Un gruppo vinicolo giovane, ma con radici profonde nel territorio di appartenenza, e non potrebbe essere altrimenti visto il gran numero di produttori vinicoli associati. Valori quali identità, passione, tradizione, sostenibilità sono alla base della missione aziendale, e hanno il solo obiettivo di garantire la massima qualità possibile dei propri vini, portando così nel mondo la cultura del vino italiano.

Vini Vigna Dogarina

Vini Vigna Dogarina

Di questo promettente gruppo vinicolo italiano, in questi giorni, ho avuto modo di assaggiare alcuni vini della linea a marchio Vigna Dogarina, per l’esattezza il Carmenere Piave DOC vendemmia 2016, il Sauvignon Delle Venezie IGP vendemmia 2016, ed infine il Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Brut.

Carmenere Piave DOC Vigna Dogarina 2016

Un vino rosso davvero interessante e un tantino ruffiano, nel senso buono del termine. Mi è piaciuto molto. Io adoro i vini adatti al consumo quotidiano fatti bene, e questo vino sicuramente lo è. Il vino è prodotto a partire da uve Carmenere, un vitigno nero di origine bordolese, parente stretto del Merlot e del Cabernet, coltivato soprattutto nella regione vinicola del Médoc, ma presente anche in Italia, in Veneto e Friuli Venezia giulia. Il vino si presenta con un bel colore rosso rubino pieno con riflessi violacei. Al naso offre intensi sentori di piccoli frutti rossi, sottobosco, e note speziate. In bocca è gradevolmente denso, equilibrato, rotondo, con tannini morbidi, e buona persistenza. Ottimo vino per accompagnare primi piatti saporiti, ma anche carne e formaggi non troppo stagionati.

Sauvignon Delle Venezie IGP Vigna Dogarina 2016

Anche questo vino, come il precedente, è prodotto con un vitigno di origine francese. Si tratta di uno dei vitigni a bacca bianca più diffusi nel mondo, e pertanto presente anche in Italia,  in particolare nel Veneto, nel Friuli Venezia Giulia, e nel Trentino Alto Adige. Il Sauvignon Vigna Dogarina è un vino ben fatto, pulito, e dal buon impatto olfattivo e gustativo. Un vino di facile approccio, e adatto ad un consumo giornaliero. Alla vista si presenta con un bel colore giallo paglierino luminoso. Al naso si presenta con sentori che ricordano la pesca, il mango, e delicate note vegetali. In bocca è sapido, fresco, immediato, e con una piacevole nota acida. E’ un vino che si fa apprezzare come aperitivo, ma è possibile abbinarlo anche ai secondi a base di pesce, e ai primi piatti leggeri come i minestroni, o alla alla cucina vegetariana in generale.

Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Brut Vigna Dogarina

Ed eccoci finalmente al terzo e ultimo vino di questa mia piccolissima degustazione. Si tratta di un vero classico dell’enologia veneta, famoso in tutto il mondo, e che non richiede alcuna presentazione, il Prosecco. Prodotto interamente con uve Glera, questo vino si presenta con colore giallo paglierino giustamente scarico, una bella spuma abbondate, e un perlage non molto fine ma persistente. Al naso è elegante, fruttato e floreale, con sentori che richiamano soprattutto la mela golden, i fiori di glicine, e il biancospino. Al palato il sapore è caratteristico, gradevole, armonico, ben dosato negli zuccheri, e dalla buona persistenza. Questo Prosecco è ottimo come aperitivo, ma si abbina bene ai piatti delicati e leggeri, ai risotti, e agli antipasti di mare crudi.

In conclusione sono tutti vini ben fatti, puliti, adatti come già detto ad un consumo quotidiano, e in grado di far fare anche una bella figura in una serata tra amici. Per quel che mi riguarda il vino che mi è piaciuto di più è senza ombra di dubbio il Carmenere, da provare ancora una volta. Alla salute!!

Per maggiori informazioni: www.dogarina.it – commercialdepartment@vivoagricola.it

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link