Nuovo Cda Consorzio Tutela Valcalepio & Benemerenze

0

Mercoledì 10 maggio 2017 presso la Sala Traini del Credito Bergamasco si è svolto uno degli appuntamenti più importanti per quanto concerne l’enologia bergamasca.

Il Consorzio Tutela Valcalepio ha infatti voluto coinvolgere il pubblico in un momento di riflessione nel quale si è fatto il punto da quanto avvenuto nel corso del passato triennio, momento che ha poi preceduto l’Assemblea dei soci del Consorzio nel corso della quale si sono svolte le elezioni del nuovo Consiglio di Amministrazione che rimarrà in carica per i prossimi tre anni.

Nel corso dell’appuntamento pubblico il Presidente, Emanuele Medolago Albani, ha voluto ringraziare i presenti per la vicinanza al Consorzio e fare il punto della situazione dell’enologia bergamasca e dell’operato del Consorzio nel corso dell’ultimo triennio.

Tanti sono stati i momenti che il Presidente ha voluto richiamare: a cominciare da Expo 2015, proseguendo con la partecipazione costante e sentita all’annuale Vinitaly di Verona, dalle manifestazioni di stampo locale a quelle di carattere internazionale come il Concorso Enologico Internazionale “Emozioni dal Mondo Merlot e Cabernet Insieme” che il Consorzio organizza in partnership con Vignaioli Bergamaschi da oltre 12 anni.

Momento culmine di questo appuntamento aperto al pubblico è stato il conferimento di quattro Benemerenze del Valcalepio. “Quella delle benemerenze è una tradizione antica per il Consorzio Tutela Valcalepio” ha voluto sottolineare Medolago Albani.

“Un’abitudine che si era persa e che il consiglio che mi ha preceduto ha voluto riportare in vita e che io e il mio cda abbiamo sposato volentieri. I benemeriti del Valcalepio sono persone che, grazie al loro impegno e alla loro passione, hanno permesso la nascita e la crescita del Valcalepio.E’ il nostro modo di dire grazie a queste persone straordinarie che tanto hanno fatto per noi”.

I nuovi Benemeriti del Valcalepio sono l’enologo Carlo Zadra, l’enologo Riccardo Guadalupi, il dottor Marco Marengoni e la redazione Economia dell’Eco di Bergamo.

A conclusione di questo momento celebrativo, il pubblico ha avuto l’occasione di visitare la sede del Credito Bergamasco e di poter apprezzare le opere della Fondazione.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link