ELENCO VITIGNI

In questa pagina sono elencati i vitigni più utilizzati nelle composizioni delle varie denominazioni italiane. Ad ogni vitigno è associata una breve descrizione.

Verdeca

Varietà a bacca bianca popolare in Puglia. Dà un vino neutro utilizzato nell’industriua del Vermouth.

Verdello

Varietà a bacca bianca nota in Umbria e Sicilia.

Verdicchio

Varietà a bacca bianca dell’Italia centrale che vanta molte sottovarietà. Dà vini monovitigni che hanno una acidità citrina e note di mandorle.

Verdisio

Varietà a bacca bianca di Treviso.

Verduzzo

Varietà a bacca bianca del Nord Est d’Italia. I mnigliori risultati si ottengono nei Colli Orientali e dà vini sia secchi che dolci. Il Verduzzo dolce è più raro ma molto più interessante del secco, la zona classica di questo vino è Ramandolo.

Vermentino

Varietà a bacca bianca gradevole ed aromatica. In Italia è diffusa in Sardegna e Liguria. Dà un vino bianco di corpo, acidità e profumo.

Vernaccia

Nome sotto il quale si raccolgono diverse varietà generalmente a bacca bianca. Le più conosciute a bacca bianca sono la Vernaccia di San Gimignano e quella di Oristano.

Vespaiola

Varietà a bacca bianca coltivata in Veneto.

Vespolina

Varieta autoctona a bacca scura di Gattinara in Piemonte. Spesso viene tagliata con il Nebbiolo.

Viognier

Vitigno a bacca bianca di origine francese, particolarmente adatto a zone aride, o comunque molto asciutte. I vini prodotti con queste uve hanno un profumo molto particolare ed intenso, che ricorda le pesche e le albicocche. Il vitigno e diffuso oltre che in Francia, anche in Australia, e in California, in Italia viene coltivato a Pantelleria.

Zibibbo

Lo Zibibbo o Moscato di Alessandria, sebbene d’importazione probabilmente araba, il suo nome deriva dall’arabo Zabib che significa uva secca, ha trovato a Pantelleria il suo habitat ideale. Queste uve vengono utilizzate prevalentemente per produrre il famoso Moscato di Pantelleria nelle sue diverse versioni, conferendo ai vini quei tratti aromatici caratteristici e singolari che solo l’uva Zibibbo può dare. I vini, dolci e aromatici con una gradazione che va dai 12,5 ai 23° circa secondo la tipologia vengono utilizzati per accompagnare la pasticceria tipica siciliana o come vini da meditazione.

1 6 7 8