Home Cantine Campochiarenti

Campochiarenti

0
343
Campochiarenti
Località Campochiarenti, 15 - 53037 San Gimignano (Siena)
Telefono: +39 0577933754 - Fax: +39 0552479937
website - email - eshop - facebook - twitter - instagram

La storia dell’Azienda Agricola Campochiarenti  coincide con la storia del suo territorio che è quello di San Gimignano. Inizia alla fine del X secolo con la costruzione della Chiesa di San Nicola, ancora oggi il più importante degli edifici aziendali. La chiesa è menzionata anche nella bolla del Papa Alessandro II nel 1070. L’importanza dei Signori della zona aumenta dal 1100 al 1200 in seguito  all’alleanza con San Gimignano contro Poggio Bonizio (oggi Poggibonsi).

La signoria vescovile del territorio di San Gimignano termina nel 1290 e di lì a poco, all’inizio del 1300 inizia il ricorso ai prestiti dei banchieri fiorentini e dopo la subordinazione formale del 1353 il territorio di san Gimignano diventa una delle Leghe del Contado di Firenze. Rimane comunque importante il peso dei beni ecclesiastici grazie ai privilegi delle Chiese. La Bolla di Papa Callisto III (1457) evidenzia i privilegi concessi alla Chiesa di Campochiarenti, che verranno confermati da Papa Sisto IV e da papa San Pio V un secolo dopo.

Già dal 1276 si esportavano vini pregiati dalla zona di Campochiarenti e da quelle limitrofe, tra cui la Vernaccia. Lo sviluppo del territorio è testimoniato dalle persone residenti che nel 1300 erano in numero pari a quelle del 1950, quando si è verificato il massimo sviluppo rurale prima dell’abbandono della campagna. La presenza della Chiesa e del convento adiacente denota l’importanza della zona e testimonia come la produzione agricola sia sempre stata presente negli ultimi 1000 anni.

Nel 1977 è iniziato il progetto di qualità degli attuali proprietari che hanno riportato la zona verso gli antichi fasti con una sapiente opera di recupero delle colture e delle costruzioni, cosicchè la storia millenaria di Campochiarenti non possa essere dimenticata. L’attuale proprietà ha una lunga tradizione nel settore agricolo che segue da generazioni sia nell’allevamento degli animali che per la coltivazione dei campi.

Nel campo vinicolo tutta la produzione di Campochiarenti è orientata alla realizzazione di vini tradizionali, che siano sempre facilmente riconoscibili come vini di Toscana, siano essi DOCG che IGT. Ogni vino, pur esprimendo una propria specifica personalità legata alle uve utilizzate e all’annata, è caratterizzato dal clima e dal territorio, quello che i francesi chiamano “terroir”, che riesce a dare un carattere comune e tipico, che noi definiamo come carattere toscano. In ogni parte del mondo infatti i nostri vini sono facilmente riconosciuti come prodotti in Italia e tipicamente in Toscana.

La filosofia produttiva è ancora una volta tradizionale, infatti come cento anni fa, la lavorazione del terreno e delle vigne viene fatta seguendo il ritmo della natura, preferendo gli interventi manuali a quelli chimici, si evita infatti di utilizzare i prodotti chimici che possono ridurre la qualità dell’uva raccolta. Questa deve essere la più sana possibile così da poter raccogliere e portare in cantina i migliori frutti e produrre così i migliori vini.

Tutti i vini sono prodotti in maniera naturale e tradizionale, in modo da poter esprimere spontaneamente tutte le caratteristiche del territorio e di ogni vendemmia, infatti ogni annata è diversa dalle altre proprio perché ogni anno differisce dai precedenti per le temperature sia invernali che estive, e per la quantità di piogge. Il risultato è che ogni anno il vino è differente, seppure con le stesse caratteristiche che derivano dalla nostra terra di Toscana.

Tutti i vini rossi sono vinificati manualmente e sono chiarificati naturalmente, senza l’uso di prodotti chimici, si hanno così vini molto naturali che non presentano componenti che possono dare allergie. La scelta di usare solo processi naturali può portare a trovare in bottiglia un piccolo deposito solido, che si forma con l’invecchiamento. E’ questo un segnale di naturalità del prodotto, ed anche un segno di quanto il vino sia ancora “vivo” in bottiglia e continui la sua evoluzione, regalando grandi soddisfazioni con l’invecchiamento.

I vini bianchi si basano sul vitigno Vernaccia di San Gimignano, il più nobile ed antico di Toscana cantato anche da Michelangelo Buonarroti il giovane nei famosi versi:

ma i terrazzani altrui sempre fan guerra

con una traditora lor vernaccia,

che dànno a bere a chiunque vi giugne

e bacia, lecca, morde e picca e pugne

La Vernaccia di San Gimignano prodotta a Campochiarenti è un vino rosso vestito da bianco; è infatti in grado di invecchiare ben oltre i 10 anni ed evolversi come un vino rosso nonostante il suo affinamento sia effettuato senza l’uso di botti né barrique.

Non mancano inoltre alcuni vini creati con passione pura con lo scopo di racchiudere l’essenza della nostra filosofia produttiva: “Venti” è il Vin Santo del Chianti affinato per 20 anni in caratelli, “Vitiarium Collezione 2008” è un speciale blend di Sangiovese affinato per 11 anni in cantina, ma attenzione che le sorprese non finiscono mai.

Segui & Condividi

808FansMi piace
397FollowerSegui
11,994FollowerSegui
- Partner -
Winery Tasting Sicily