Piera 1899 annuncia l’annata 2022 di Onedis

0
65
Onedis Rivbolla Gialla

San Quirino, Pordenone, novembre 2023 – Onedis è territorio, tradizione e sperimentazione. È la dimostrazione di come il valore della terra, quella della zona del Grave in altura e la storicità di un vitigno autoctono come la Ribolla gialla, possano portare a meravigliose scoperte, a nuove vite. Icona dell’azienda, inserito nella linea “Selezione di Piera”, Onedis rispecchia perfettamente l’impegno nel dare alla tradizione forme nuove. La Ribolla gialla rinasce spumante e conferma la volontà di Piera 1899 di portarsi oltre le mode ed evolvere nel tempo.

ANNATA 2022

La vendemmia 2022 potenzia al massimo le sue caratteristiche: l’ottima annata consegna al pubblico un’eccellente struttura, una buona acidità e un perfetto equilibrio. La forte incidenza del sole ha regalato al vino profumi più caldi e avvolgenti, molto complessi. Il microclima fresco-umido dei boschi e delle alture è stato l’ideale per la ribolla spumantizzata.

“Il Friuli sta dando nuova vita alla Ribolla, da sempre conosciuta e utilizzata come blend nei vini regionali, attraverso un percorso di crescita e di studio, grazie alle sperimentazioni in cantina, che portano a un prodotto di successo, sempre più apprezzato e conosciuto anche all’estero. La Ribolla è stata riscoperta e proposta in una veste del tutto nuova, grazie a queste sue splendide caratteristiche, come un vino spumante. Chi l’assaggia non può più farne a meno: è una bollicina avvolgente, che trascina sui profumi tipici del suo vino” racconta Gianpietro Poveglian, enologo della cantina Piera 1899.

Il metodo charmat lungo conferisce ad Onedis una complessità aromatica del tutto nuova, che va dalla frutta matura alla leggera crosta di pane. Queste si uniscono ai profumi varietali della Ribolla, tendenti all’agrumato, in special modo al pompelmo. Il risultato che si ottiene è di un vino croccante, con una mineralità molto spiccata e, allo stesso tempo, anche un prodotto sapido, fresco, fruttato: in grado di raggiungere una piacevolezza importante. Anche il perlage, molto fine ed elegante è aiutato dallo charmat medio-lungo, che gli conferisce stile grazie alla permanenza sui lieviti in autoclave. Il tocco conclusivo, a fine fermentazione, è l’aggiunta di una piccola percentuale di Ribolla in barrique, che dà un sapore lievemente vanigliato, di cocco, di tostato, molto leggero, che fa da spalla e aiuta tutti gli altri profumi.

IL VITIGNO

Tra i più antichi vitigni autoctoni friulani, la Ribolla è una varietà ricca in termini di racconto, storia e cultura. Simbolo di incontro fra varie identità, antropologiche e geografiche, era già nota nel medioevo e coltivata fin dall’epoca romana. Oggi la sua zona d’elezione è la fascia collinare friulana a ridosso delle Dolomiti, al confine con la Slovenia. L’origine del nome deriva infatti dallo sloveno Rébula, diventato poi in dialetto friulano Ribuele e in italiano Ribolla, per la presenza sostenuta dell’acidità naturale, che si diceva facesse “ribollire” il vino. Questo tipo di acidità è una delle caratteristiche che ha permesso al vino di prestarsi alla spumantizzazione.

Onedis racconta una storia insolita, della Ribolla che incontra la spumantizzazione, vive una nuova vita e, una volta degustata, convince tutti. Perfetto come aperitivo, è così piacevole che si presta egregiamente ad accompagnare tutto il pasto, in particolare piatti di pesce, di carni bianche o verdure. Un vino gastronomico che traduce l’impegno di Piera 1899 verso la qualità, l’attenzione alla cura del dettaglio, l’innovazione.

Il prodotto sarà disponibile da dicembre in enoteca e sullo shop online, anche in versione Magnum.

***

Piera 1899 è una donna, creatrice di vini. È la cura del sogno, del progetto, del dettaglio che si fa vino. È il 1992 quando Piera Martellozzo viene scelta dal padre per seguire la piccola azienda vinicola di famiglia, situata in provincia di Padova. In due decenni, dopo aver trasferito e consolidato la sede in Friuli, l’azienda è diventata una delle realtà vinicole di riferimento del Nord-Est. Con oltre un secolo di storia alle spalle, Piera ha raccolto il sapere di oltre tre generazioni e lo ha trasformato in una nuova avventura, seguendo il richiamo del Friuli Grave e compiendolo nelle sue Terre Magre. Piera 1899 è il rispetto per l’uomo e la natura in una visione di Pura Terra, è l’esperienza che si rivela in preziose bollicine da 075Carati. È una bottiglia che racchiude e si veste d’arte con una Composizione che risveglia i sensi. È il gusto di una sinfonia che ha le suggestioni romantiche di un Clâr de Lune.

 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here