Vigna di Sopra Zibibbo Secco, il frutto della passione

0
44
vino bianco

Il vino non esiste in natura e la sua produzione richiede “inevitabilmente” l’opera dell’uomo. Si presenta così Gabriele Morreale Agnello, gentiluomo di nobili origini, avvocato, che ha trasformato la sua passione per il mondo del vino in un lavoro. Una vita movimentata la sua che si divide tra Siculiana, Palermo e Torino dove con sua moglie Sandra Beligni, notaio, e i suoi tre figli vive per buona parte dell’anno.

Ma è mentre affonda i piedi nella terra dei suoi avi, dove le piante di vite crescono, che afferma con tutta la passione possibile che usare la parola francese “terroir” per determinare i fattori unici della terra di Fauma e l’unicità della sua produzione di vino è emozionante. Terroir perché lì in quella terra baciata dal sole, molto tempo prima di lui, agricoltori e contadini hanno iniziato la produzione di vino, di uno specifico vino in uno specifico territorio, quello agrigentino tanto caro a Pirandello, Sciascia e Camilleri.

Nella Tenuta Morreale Agnello, fiore all’occhiello di una enologia moderna, attenta all’ambiente, azienda biologica prima di tutto nella testa della gente che ci lavora, si è riusciti negli ultimi anni a bilanciare tecnica e creatività in una armonia unica che solo i vini della terra di Fauma possono avere.

vigna di sopra

Che cosa ha dunque di diverso lo zibibbo secco Vigna di Sopra? È un vino bianco straordinario, aromatico ma non troppo, dai sentori vegetali e fruttati facilmente riconoscibili tra i quali spiccano i fiori di zagara e gli agrumi siciliani con un finale che sa di miele e gelsomino. Molto mediterraneo.

Il mondo del vino è troppo bello, dicono Gabriele e Sandra, per non viverlo con stile ed eleganza, elementi essenziali per vedere crescere, vendemmia dopo vendemmia, l’appeal per i loro vini.

Scheda Tecnica Vigna di Sopra

Classificazione: Terre Siciliane I.G.P.

Uvaggio: con uve di Moscato d’Alessandria, raccolte nella prima decade di Settembre;

Tipologia suolo: medio impasto tendente al calcareo;

Densità d’impianto: 4.500 per Ha;

Resa per ettaro: 60 q.li/Ha 1,3 Kg;

Vinificazione: pigiadiraspatura e macerazione a 4°C per 8-12 ore e pressatura soffice degli acini, fermentazione a temperatura controllata;

Maturazione e affinamento: 5 mesi in acciaio inox e riposo in bottiglia per 3 mesi;

Colore: giallo dorato, con vivaci riflessi verdi;

Profumo: ricco intenso con note di agrumi, fiori di zagara con una particolare fragranza di miele di zagara;

Sapore: morbido asciutto con una freschissima acidità, conferma in bocca le particolari sensazioni aromatiche del naso;

Temperatura di servizio: 13°;

Abbinamento: pasta con finocchietti selvatici, pesce azzurro o trigliette.

Tenuta Morreale Agnello
C.da Fauma – S.S. 115 (Km 173,400)
92010 Agrigento (AG)
Tel/Fax +39 092225881
info@tenutamorrealeagnello.it
www.tenutamorrealeagnello.eu

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here