Azienda Agricola G. Milazzo sostiene il Master di Scrittura organizzato dall’Associazione Strada degli Scrittori

0
19
Terre della Baronia

Azienda Agricola G. Milazzo sostiene il Master di Scrittura organizzato dall’Associazione Strada degli Scrittori, attraverso il conferimento di cinque borse di studio che saranno elargite a studenti delle scuole superiori del territorio, per permettere la loro partecipazione a questo importante momento di formazione e arricchimento culturale.

Il Master, in collaborazione con il Distretto Turistico Regionale Valle dei Templi, con il patrocinio del Parco Archeologico Valle dei Templi e CoopCulture, e con il coordinamento scientifico dell’Associazione Treccani Cultura, si prefigge di offrire una formazione specialistica ad aspiranti scrittori, a studenti universitari e delle scuole superiori, a docenti e professionisti.

Dal 7 al 14 luglio prossimi, si alterneranno in cattedra scrittori, professori universitari ed esperti professionisti, nomi illustri dell’editoria, del giornalismo e dello spettacolo italiano.

“Abbiamo subito aderito con entusiasmo all’invito del dott. Felice Cavallaro, Coordinatore del Master e Presidente della Strada Degli Scrittori, a sostenere il Master” sottolineano Giuseppina Milazzo e il marito Saverio Lo Leggio, proprietari dell’azienda.  “Si tratta di un’occasione straordinariamente importante per il territorio e per i ragazzi. Per questo abbiamo voluto coinvolgere l’I.I.S. “G. Saetta e Livatino” di Ravanusa e Campobello di Licata e l’I.I.S.S. “Ugo Foscolo” di Canicattì per selezionare gli studenti a cui assegnare le borse di studio. I Dirigenti Scolastici prof.ssa Rossana Virciglio e il prof. Michele Di Pasquali si sono immediatamente messi a disposizione coinvolgendo il corpo docente, che sta lavorando con impegno per individuare le ragazze e i ragazzi più dotati e meritevoli”.

Nel corso dei prossimi dieci giorni sarà redatto l’elenco dei beneficiari delle borse di studio e i nominativi saranno comunicati alla segreteria del Master.

Azienda Agricola G. Milazzo – Terre della Baronia. Un racconto di passione e impegno

Una storia aziendale che inizia con una ventina di ettari di vigneti posizionati tra le colline attorno al piccolo centro di Campobello di Licata, nell’agrigentino. Un’impresa a conduzione famigliare, costruita da viticoltori appassionati. I vigneti si trovano in una zona collinare a circa 400 metri di altitudine e a 20 km dal mare e si estendono per 95 ettari, sui 120 totali, in un’area attorno alla cantina denominata Terre della Baronia, che si caratterizza per una significativa varietà di suoli a cui corrispondono condizioni micro climatiche altrettanto variegate.

Le Terre della Baronia sono costituite da 8 contrade, suddivise in oltre 40 sotto-aree in modo da arrivare a una univoca corrispondenza tra vigneto, varietà e prodotto. Con un focus sugli autoctoni siciliani, i vitigni selezionati sono Nero d’Avola, Nero Cappuccio e Perricone per i rossi; Inzolia e Catarratto Lucido per i bianchi; Chardonnay e Inzolia per il metodo classico. Pioniera nell’introduzione dell’agricoltura biologica, Azienda Agricola Milazzo inizia questo percorso fin dalla metà degli anni ’80.

Primi a sperimentare la spumantizzazione in Sicilia e attualmente riconosciuti come una delle più prestigiose realtà vitivinicole dell’isola e non solo. La filosofia che guida l’azienda è da sempre quella di una viticoltura artigianale, fondata sulla conoscenza della terra, della vite, sulla lavorazione manuale e sulla creatività nell’interpretare questi elementi, insieme alla capacità di sfruttare le migliori caratteristiche del clima e del suolo. Il sapiente assemblaggio di questi fattori ha accompagnato, nel tempo, le scelte enologiche per la ideazione dei vini e degli spumanti metodo classico con l’obiettivo di produrre eccellenza vinicola. Una raccolta che conta oltre 400 riconoscimenti nei principali concorsi enologici internazionali, con una attribuzione significativa di medaglie d’oro assegnate ai suoi vini rossi, bianchi e spumanti metodo classico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here