Assegnato il Premio per i Giovani Vignaioli Resistenti

0

L’azienda vinicola Isola San Pietro, con sede a Mongiorgio di Monte San Pietro, nel cuore dell’Appennino bolognese, vince la prima edizione del Premio per i Giovani Vignaioli Resistenti, il riconoscimento per produttori under 45 di Bologna e Imola promosso da Fondazione FICO con Res Terrae e con il Parco tematico Eataly World e La bottega del Vino, curato da Duccio Caccioni e Raffaella Melotti, L’azienda Isola Sa Pietro, nelle mani sapienti di Gian Luca Franceschini, ha dimostrato costanti progresso grazie alla grande attenzione e cura nella coltivazione dei vigneti e nella produzione del vino attraverso un approccio artigianale e tanta passione per la terra.

Sul podio anche La Palazzona di Maggio, di Federico Perdisa (Ozzano dell’Emilia, colli di Imola) e a pari merito al terzo posto l’Azienda Agricola Jacopo Giovannini (colli di Imola) e Tenuta Santa Croce di Giorgio Chiarli (Monteveglio, colli bolognesi). Il Premio della giuria popolare (sul vino in degustazione) è andato a Tenuta Bonzara di Angelo e Silvia Lambertini (Monte San Pietro, colli bolognesi) e al suo Bonzarone 2015. Si pensa già alla seconda edizione del Premio, nel 2019, che estenderà il bando ai giovani vignaioli resistenti di tutto il territorio nazionale. Info e dettagli: www.fondazionefico.org

«Siamo orgogliosi dell’accoglienza entusiastica per questa prima edizione e della giovane età dei partecipanti, 35 anni in media, così come della loro preparazione agronomica ed enologica – sottolinea Duccio Caccioni, coordinatore scientifico di Fondazione Fico, – Il premio è riuscito a valorizzare l’importanza delle tecniche produttive che garantiscono la sostenibilità ambientale e ha bene evidenziato la capacità delle aziende di esprimere con la loro produzione la cultura del luogo al quale appartengono. Il vino è il territorio e il Premio è stato un’occasione per valorizzare ancora una volta l’importanza del paesaggio agricolo, una delle mission di Fondazione Fico».

«L’istituzione del Premio Giovani Vignaioli è ulteriore testimonianza della mission di Fondazione Fico – ha dichiarato il presidente Andrea Segrè – in prima fila non solo nella valorizzazione della produzione agroalimentare eccellente e rispettosa del territorio, ma anche nella promozione della biodiversità. Le nostre iniziative si propongono di incentivare i consumatori a compiere sempre più spesso scelte responsabili per la salvaguardia dell’ambiente e la tutela dei buoni agricoltori che vivono il loro lavoro come missione».

Share.

Leave A Reply

Tutte le news del vino direttamente nella tua casella di posta elettronica ogni martedì.

ISCRIVIMI 
Niente SPAM, e ti puoi cancellare quando vuoi!
close-link