A Cantina Kaltern è tempo di kunst.stück

0

Non poteva che essere dedicata al vitigno Schiava la seconda edizione del kunst.stück – opera d’arte – di Cantina Kaltern visto che l’annata 2016 a detta degli esperti è stata per quest’uva la migliore degli ultimi 30 anni.

Il progetto kunst.stück è stato concepito lo scorso anno dalla grande cooperativa di Caldaro per celebrare il vitigno che meglio interpreta di anno in anno l’andamento stagionale, un andamento fatto di sole, luce, vento, piogge. Un’opera d’arte della natura, un fermo immagine nello scorrere del tempo dicono in azienda, cui destinare un’edizione limitata in magnum – lo stesso numero dell’anno di produzione – e con un’etichetta d’artista scelta da una giuria di esperti e da una votazione online.

La vendemmia 2014 è stata interpretata dal Pinot Bianco, la 2016 dal Kalterersee Doc (Lago di Caldaro Doc). Sono stati scelti grappoli maturi e sani, con la giusta concentrazione, selezionati in una vecchia vigna che vanta piante di 60, 70 anni. Siamo nella zona di St. Josef, a nord-est del Lago di Caldaro e ad un altitudine di 280 – 300 metri slm. I terreni sono in prevalenza ciottolosi e sabbiosi, con buona percentuale di limo, piuttosto profondi e drenanti.

Tutto con il kunst.stück 2016 ruota attorno al Lago di Caldaro, anche l’etichetta d’autore creata da Stefano Mandato che aveva come tema da interpretare la “gioia di vivere al lago di Caldaro”. Questo diventa nell’interpretazione di Mandato una sagoma dorata che acquista spessore e importanza grazie al fondo nero che racconta il territorio attorno allo specchio d’acqua, seguendone le altimetrie con sottili curve di livello. E dorato è anche il logo di Cantina Kaltern, in cui convivono il leone asburgico simbolo della Cantina del Giubileo ed il paiolo della polenta che rappresenta quella dei Contadini. Dalla loro unione, nel 1992, nacque la Cantina Kaltern che oggi, dopo la fusione a fine 2016 con l’altra grande cooperativa Erste+Neue, è il più importante produttore di Kalterersee Doc.

Stefano Mandato è docente al Politecnico di Milano, art director e visual designer che ha focalizzato la sua professione sui sistemi comunicativi e sui progetti integrati di Brand Identity e Corporate Care.

***

Cantina Kaltern è oggi, con i suoi 680 soci ed i loro 480 ettari di vigneto, la più importante interprete della Schiava versione Lago di Caldaro (Kalterersee Doc). Hanno quindi inevitabilmente un ruolo di primaria importanza i vini prodotti con questa uva: la versione classica, la selezione Leuchtenberg, il cru Pfarrhof.

kunst.stück 2016 è in vendita presso il winecenter di Caldaro e in selezionate enoteche di tutta Italia.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link