Tenuta Pacherhof presenta il suo primo assemblaggio, Private Cuvée 2014

0
84
Private Cuvée 2014 Pacherhof

La Tenuta Pacherhof di Novacella (BZ), conosciuta da decenni per i suoi vini bianchi da uve monovitigno provenienti dalla Germania, ha presentato il primo assemblaggio nella sua storia, la Private Cuvée firmata dall’enologo Andreas Huber. “La Private Cuvée 2014 è un vino che oltrepassa i confini varietali evocando un terroir, quello della Valle Isarco, estremamente difficile ma anche molto generoso, quando si riesce a trovare il giusto equilibrio tra la mano dell’uomo, la natura e la terra”, ha dichiarato Enrico Paternoster, enologo della cantina della Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige (TN).

“Le uve vengono raccolte e lavorate separatamente, nel rispetto del loro livello di maturazione: il Riesling e il Kerner in cisterne d’acciaio, mentre il Sylvaner in grandi botti di legno”, ha spiegato Andreas Huber. “In questo primo assemblaggio, ho riunito il meglio che la natura mi ha dato di queste varietà, in modo da raggiungere il massimo equilibrio tra aromi, freschezza, eleganza e piacevolezza al palato”. Dopo sei mesi di affinamento, le singole varietà vengono assemblate e poi imbottigliate. La Private Cuvée 2014 viene ora introdotta sul mercato dopo un invecchiamento di 16 mesi in bottiglia.

Andreas Huber porta avanti l’eredità della sua famiglia e lo fa esattamente come i suoi antenati, con enorme curiosità e sete di conoscenza. Da oltre un decennio collabora in modo assiduo con i colleghi vignaioli italiani e lavora con scrupolosa attenzione, seguendo tutti i processi fin nei minimi dettagli. L’enologo è ora pronto a condividere il risultato della sua personale evoluzione e a presentare la sua Private Cuvée, con la quale invita ad entrare in una dimensione intima e “privata”: un prezioso regalo che Andreas desidera condividere con i colleghi enologi e con il pubblico. “Andreas è una persona positiva molto aperta con una passione smisurata per il vino e per la sua professione. Ama molto il confronto, assaggia continuamente vini di varie provenienze, quasi fosse alla ricerca del vino perfetto”, ha detto il collega Paternoster.

“Il profilo aromatico della Private Cuvée 2014 è ampio: spazia dalla frutta bianca, al floreale fino a toni balsamico-speziati”, ha concluso l’enologo Paternoster. “Si caratterizza per la grande freschezza acidulo-succosa decisamente sapido-minerale che sottolinea il territorio della Valle Isarco”.

I vigneti sui quali nascono le uve destinate alla Private Cuvée si trovano a Novacella e in parte nel territorio comunale di Bressanone. I vigneti migliori dei pendii occidentali sono situati tra i 600 e gli 820 metri s.l.m. Le viti nascono su morene ghiaiose e terreni argillosi sabbiosi.

***

Il Pacherhof è una cantina vinicola con sede a Novacella (BZ), la rinomata città vescovile che domina la Valle Isarco, e conosciuta per i suoi vini a bacca bianca di carattere, dalla spiccata mineralità e dagli intensi toni fruttati. Le origini della tenuta, situata nei pressi della città altoatesina di Bressanone, sono risalenti al XII secolo. Nel XIX secolo Johann Huber, pioniere vitivinicolo originario di Elvas in Valle Isarco, introdusse anche le varietà Sylvaner, Riesling e Gewürztraminer dalla Germania e fornì a molti agricoltori locali alcuni innesti delle nuove, sconosciute varietà coltivate nel suo vivaio. Le generazioni successive della stirpe Huber hanno mantenuto la tradizione di produrre vini bianchi da uve monovitigno. L’enologo Andreas Huber ha ereditato la cantina, nonché la sua passione per la viticoltura, dal padre e si dedica alla coltivazione di otto ettari di terreno, producendo altrettante varietà di viti a bacca bianca.

www.pacherhof.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here