Il Nebbione: un’intuizione, un’idea

0
46
progetto nebbione

Da una stessa vigna e da una stessa annata si possono assaggiare due vini completamente diversi per tipologia e colore: la bolla bianca e il rosso. E’ una reale possibilità a partire dalla vendemmia 2010, anno di partenza del progetto “Nebbione”, ideato dall’Enologo Sergio Molino, che ha deciso di chiamare in questo modo il procedimento di produzione dello spumante metodo classico da 100% uva nebbiolo proveniente da diverse regioni vocate alla sua coltivazione.

L’intuizione è arrivata dopo “anni di analisi e ricerche – racconta Sergio Molino – che mi hanno portato a capire che il grappolo di Nebbiolo, nella sua parte più bassa nel periodo pre-vendemmiale ha il grado di acidità perfetto per creare una base spumante. Di qui l’idea di utilizzarlo per un metodo classico e la creazione del gruppo di lavoro”. Il progetto è infatti diventato un’Associazione a partire dal 2017.

Il progetto coinvolge le Langhe del Barolo e del Barbaresco, il Roero, l’Alto Piemonte del Ghemme e del Gattinara, terre in cui il Nebbiolo si chiama con nomi diversi ma si esprime egualmente al meglio, dando origine a grandi rossi, trasmettono la stessa ricchezza espressiva nella versione “bolla”. Il Nebbione si colloca nel contesto degli spumanti piemontesi che hanno creato una nuova tendenza del “bere local” quale prodotto di gamma medio-alta e di nicchia.

Poche regole ma ben precise definiscono il metodo di lavoro in un disciplinare interno di cui l’Associazione si è dotata: soltanto le punte dei grappoli, soltanto Nebbiolo da rosso importante, quindi dai vigneti più vocati e meglio esposti, oltre 40 mesi sui lieviti, dosaggio zero. Ovviamente metodo classico. Ad oggi la maggior parte delle aziende si è assestata sui 60 mesi di permanenza sui lieviti, ma alcune hanno raggiunto e superato gli 80 o i 120 mesi.

Il 29 Febbraio a Torino, presso la sede Ais Piemonte di Via Modena 23, sarà  possibile assaggiare i Nebbioni in commercio, alcuni in anteprima assoluta e una piccola retrospettiva di tagli delle punte più vecchi.

In Anteprima verranno proposti:

Molino Sergio – taglio delle punte 2019 – 42 mesi sui lieviti

Tenuta La Torretta –  taglio delle punte 2019- 42 mesi sui lieviti

Daniele Dabbene  taglio delle punte 2019- 38 mesi sui lieviti

Dell’annata corrente in commercio in commercio saranno degustati:

Rivetto dal 1902 – Kaskal – taglio delle punte 2016 – 60 mesi sui lieviti

Travaglini – Nebole’ –  taglio delle punte 2017 – 48 mesi sui lieviti

Franco Conterno – Na Punta – taglio delle punte 2018- 40 mesi sui lieviti

Enzo Boglietti –  taglio delle punte 2018- 53 mesi sui lieviti

Gerlotto fratelli – Nobil – taglio delle punte 2018- 40 mesi sui lieviti

Poderi Elia – Bollanso –  taglio delle punte 2018- 48 mesi sui lieviti

In assaggio anche una retrospettiva:

Rivetto dal 1902 -Kaskal – taglio delle punte 2010 – 45 mesi sui lieviti

Travaglini – Nebole’ – taglio delle punte 2015- 84 mesi sui lieviti

Franco Conterno – Na Punta – taglio delle punte 2014 – 36 mesi sui lieviti

Spirito Agricolo Ballarin – punte dei 3 ciabot –  taglio delle punte 2014 – 72 mesi sui lieviti

Enzo Boglietti  taglio delle punte 2017 – 48 mesi sui lieviti

Gerlotto Fratelli – Nobil  taglio delle punte 2016 – 50 mesi sui lieviti

Info e prenotazioni per evento Nebbione:

Ais Piemonte

Via Modena 23, Torino

Tel. 011 521 7946

www.aispiemonte.it

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here