Vini da Campioni, dal Brasile all’Azerbaijan. 19-22 maggio tra le colline del Roero

0
44
Presentazione XX Concorso Enologico Internazionale Città del Vino
Presentazione XX Concorso Enologico Internazionale Città del Vino

Un lungo fine settimana di degustazioni alla cieca nei locali di Mondodelvino a Priocca (Cn). Saranno assegnati anche i premi speciali Forum Spumanti, Città del Bio, Mondo Merlot, Grappa Award e un riconoscimento eccezionale in omaggio a Duino Aurisina (Devin-Nabrežina in sloveno) la Città Italiana del Vino 2021. Premi speciali anche ai migliori Nebbiolo.

Il presidente di Città del Vino, Angelo Radica: “Il concorso itinerante e ormai alla ventesima edizione è una vetrina con importanti ricadute economiche per i territori. Oggi, diversi Comuni italiani, si candidano a ospitarlo: per il 2023 si è fatta avanti Sambuca di Sicilia (Ag) e per il 2024 Gorizia, che l’anno successivo sarà Capitale Europea della Cultura insieme a Nova Goriča”

Oltre 1.330 campioni iscritti al concorso tra Italia, Portogallo, Brasile, Moldova, Germania, Croazia, Lussemburgo e Azerbaijan. Per il Belpaese rappresentate tutte le regioni, ma quelle con il maggior numero sono Veneto, Sardegna, Piemonte, Campania, Puglia, Toscana, Lazio e Abruzzo. Invece tra i vitigni rossi “in gara” i più presenti sono: Aglianico, Montepulciano, Nebbiolo, Sangiovese, Primitivo, Barbera, Lambrusco, Merlot, Cabernet, Cannonau, Bovale, Carignano. Ma tra le curiosità spiccano i rossi Touriga national, Alicante Bouschet (Portogallo), Feteasca Neagra e Tempranillo (Moldova), Tannat (Brasile), Madrasa e Khindogny (Azerbaijan).

Tra i vitigni a bacca bianca in gara prevalgono Glera, Vermentino, Chardonnay, Falanghina, Greco, Grillo, Malvasia, Moscato. E tra le curiosità Fernão Pires, Arinto (Portogallo), Aligote (Moldova) e Malvasia istriana (Croazia).
Circa 200 le etichette di Prosecco e 83 le grappe per il premio Grappa Award.

Sono i numeri della sfida che sta per giocarsi a Priocca (Cuneo) nei locali del MUDEV, il museo del vino realizzato da MGM Mondodelvino a Priocca, nei giorni 19-22 maggio quando arriveranno i commissari, in maggioranza enologi, che formano le commissioni d’assaggio del XX Concorso Enologico Internazionale Città del Vino.

A valutarli 60 Commissari internazionali e in maggioranza enologi in arrivo da vari Paesi: Italia, Corea del Sud, Portogallo, Spagna, Germania, Cile, Cuba, Romania, Spagna e Grecia. La prima sessione di lavoro venerdì 20 mattina, a seguire sabato e domenica all’interno del MUDEV.

Il Mudev è uno spazio dedicato alla scoperta della storia millenaria del vino, delle curiosità nascoste nel suo lungo e articolato processo produttivo e dei segreti della degustazione e dell’abbinamento a tavola. Rivolto ad aziende, appassionati e turisti, è un percorso esperienziale – museale, multimediale e multisensoriale – unico nel suo genere in Italia, dove conoscere e approfondire l’identità e la cultura del vino a 360° in modo creativo e innovativo.

Negli stessi giorni, venerdì alle 15, si terrà in sala consiliare del Comune di Priocca la riunione del Cda di Recevin, la rete europea delle Città del Vino alla presenza del presidente José Calixto (Portogallo) e delle delegazioni di Portogallo, Spagna e Italia.

L’edizione di Priocca sarà la ventesima del concorso enologico internazionale, un traguardo che consolida un progetto nato nel 2001 con il nome di Selezione del Sindaco, felice intuizione dello scomparso direttore Paolo Benvenuti che voleva evocare la simbolica presentazione dei vini e dei territori da parte dei sindaci. Il Concorso cresciuto in questi vent’anni ha avuto solo uno stop nel 2020 a causa del Covid.

“L’importanza del nostro concorso– sottolinea il presidente di Città del Vino, Angelo Radica – è data anche dalle importanti ricadute economiche e di visibilità che porta sui territori ospiti: per la logistica, la ricettività, l’enogastronomia e i vari servizi di supporto e collaborazione con scuole alberghiere, associazioni di sommelier e altro ancora”.

Il Concorso è autorizzato dal Ministero per le Politiche Agricole e ha il patrocinio tecnico dell’OIV, Organizzazione Internazionale della Vite e del vino. Lo sponsor tecnico è anche quest’anno VDGLASS, l’Azienda di Parma leader nella fornitura di prodotti in vetro per il beverage.

Oltre a proporre i consueti premi speciali Forum Spumanti (in collaborazione con il Comune di Valdobbiadene), Città del Bio dedicato ai vini biologici, e Mondo Merlot (in collaborazione con il Comune di Aldeno, Trento), il concorso rilancia la terza edizione del Grappa Award, premio riservato esclusivamente al prestigioso distillato italiano, nelle sue molteplici declinazioni.

Su iniziativa del Coordinamento delle Città del Vino del Piemonte, saranno premiate anche le migliori annate dei vini a base di uva nebbiolo; iniziativa maturata in collaborazione con i Coordinamenti regionali di Lombardia, Valle d’Aosta e Sardegna, dove il nebbiolo è chiamato rispettivamente chiavennasca, picodendro e nebiolo (con una “b”).

Inoltre, in nome di Duino Aurisina, Città Italiana del Vino 2022, è stato istituito un premio che andrà ai migliori vini bianchi e rossi del Friuli Venezia Giulia nelle rispettive categorie: vini fermi dell’annata 2021 e delle annate precedenti; vini spumanti e frizzanti; vini dolci, passiti e liquorosi.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here