Michele Chiarlo e il viaggio nel Nizza Docg

0
106
Vini Cru La Court Michele Carlo

La Docg Nizza nasce nel 2014 dalla volontà dell’Associazione Produttori del Nizza di elevare il vitigno barbera a grande vino del territorio. Inizialmente sottozona della Barbera d’Asti, la Docg Nizza prende vita con il riconoscimento di un lavoro di valorizzazione durato circa vent’anni, promosso attivamente da Michele Chiarlo e, successivamente, dal figlio Stefano Chiarlo, oggi presidente dell’Associazione. Grazie ai suoi vini fortemente rappresentativi del terroir, il Nizza Docg sta riscuotendo un interesse sempre crescente da parte della critica internazionale; stupisce e affascina gli enoappassionati di tutto il mondo grazie al carattere e alla complessità della barbera, uva autoctona dalla grande storia e sempre attuale.

Il disciplinare prevede una bassa resa per ettaro (inferiore a 70 quintali) e la produzione limitata a solo 18 comuni limitrofi a Nizza Monferrato. Un areale storicamente vocato alla coltivazione di questo vitigno che trova qui l’habitat perfetto grazie alla scelta delle migliori esposizioni dei vigneti e ai suoli di sabbie astiane e marne argilloso-calcaree. Il podere La Court di Michele Chiarlo è composto da 20 ettari di vigneti dislocati tra due colline. Situato a Castelnuovo Calcea, è considerato uno dei più vocati per il vitigno barbera, accreditato anche da Alessandro Masnaghetti nelle dettagliate note all’interno del lavoro editoriale sulle zonazioni viticole. Dal 2018, infatti, La Court è inserito nella mappa dei cru (La Corte) che prossimamente saranno menzioni geografiche aggiuntive (MGA). Dalle migliori esposizioni della tenuta e solo nelle annate d’eccezione nasce il Nizza Docg Riserva La Court.

I suoli appartengono alla categoria delle sabbie astiane, tipiche della zona, contraddistinti da marne argillo-calcaree di origine sedimentaria marina, con buona presenza di limo e sabbia, ricche di microelementi tra cui spicca il magnesio. Questi suoli hanno la capacità di restituire vini ampi, di carattere, eleganti e con una notevole struttura, in grado di mantenere grande freschezza e al contempo garantire una longevità superiore ai 15 anni. Nei vigneti del Podere La Court nascono tre vini che permettono di viaggiare attraverso uno dei cru più importanti del Monferrato, esplorando le varie sfumature del territorio nel racconto di tre storie diverse.

Cipressi Nizza Docg 2019

La stagione autunno-invernale è iniziata con abbondanti piogge a novembre e moderate nevicate a dicembre seguite da un gennaio asciutto fino ai primi di febbraio quando sono cadute un paio di nevicate; il tutto ha permesso la formazione di un’ottima riserva idrica che si è rivelata preziosa nell’estate. Il decorso stagionale e proseguito una primavera classica, un maggio e giugno caldo e asciutto, abbondanti precipitazioni ad inizio luglio che hanno consentito un proseguimento di maturazioni ideali ed equilibrate durante l’estate calda e asciutta e soprattutto gli ultimi 30 giorni prima della vendemmia con buona escursione termica tra giornate miti e notti fresche. Ne è scaturita un’annata scarsa in termini quantitativi ma di grandissima qualità con vini di grande carattere, dal bouquet ricco, con un frutto spiccato e variegato. Al gusto strutturati, freschi, armonici e setosi.

La Court Nizza Riserva Docg 2018

L’annata 2018 è stata caratterizzata da un periodo tardo invernale/primaverile con abbondanti precipitazioni nevose e poi piovose che hanno acconsentito un ideale ripristino della riserva idrica preziosa dopo un 2017 avaro di precipitazioni. L’inizio vegetativo è avvenuto nella normalità ma nel periodo che va da maggio ad inizio giugno sono state messe a dura prova l’abilità del viticoltore, che ha dovuto intervenire tempestivamente con trattamenti ed operazioni agronomiche adeguate atte a mantenere in perfetta salute i grappoli. L’annata è proseguita con una fase estiva calda e asciutta, ma data l’abbondante quantità prodotta è stato determinante un attento lavoro per eliminare i grappoli in eccesso (con diradamenti del 35/40 %). Il momento determinante è stato il periodo tardo estivo/autunnale, caratterizzato da un clima ideale (giornate miti e notti fresche) che ha permesso di ottenere una completa maturazione delle uve perfettamente sane sino alla vendemmia che è avvenuta nel periodo consueto (20-25 settembre).
Il vino rispecchia fedelmente il carattere dell’annata con grande eleganza, fragranza e complessità.

La Court “Vigna Veja” Nizza Riserva Docg 2016

Un’annata contraddistinta da un’estate asciutta con una bella escursione termica ha permesso la vendemmia a metà settembre, nel rispetto dei tempi canonici. Le condizioni climatiche ottimali hanno portato ad un vino di grande equilibrio e personalità, con tannini setosi e ben integrati dalle note fruttate scure, cacao, eucalipto e speziature finissime. Un’integrità del frutto che ha permesso di ottenere un vino completo, che conserva tutti gli elementi per rivelare una grande annata. Il Nizza Docg Riserva La Court Vigna Veja viene prodotto solo nelle annate d’eccezione, in un numero limitato di bottiglie e vendute solo su assegnazione. L’etichetta è stata realizzata da Ugo Nespolo, esponente italiano della Pop Art.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here