Cantina Valle Isarco vola: +23% nel terzo quadrimestre 2021

0
53
Cantina Valle Isarco

È stato un 2021 straordinario per Cantina Valle Isarco, la più giovane cooperativa vinicola dell’Alto Adige, che lo scorso ha tagliato il traguardo dei 60 anni con risultati di bilancio a doppia cifra.

Partiamo dagli ultimi mesi dell’anno, dove il trend di crescita della cantina altoatesina da settembre a dicembre, ha segnato un +37% rispetto allo stesso periodo del 2020 e un +23% rispetto all’anno record 2019.

“Si tratta di un trend estremamente soddisfacente che ci lascia ben sperare per questo 2022 appena iniziato – commenta Armin Gratl, direttore generale di Cantina Valle Isarco –. È presto per fare delle previsioni, ma visto l’andamento degli ultimi mesi siamo molto fiduciosi e speriamo di chiudere l’anno con un fatturato maggiore a quello dello scorso anno, con un incremento percentuale di 15 punti, che per noi significherebbe incrementare il fatturato di circa un milione di euro”.

Numeri che arrivano a confermare il bilancio di Cantina Valle Isarco, chiuso al 31 agosto 2021: il fatturato ha segnato quota 6.300.000 € per un totale di 900.000 bottiglie vendute, registrando una crescita del 18% sul 2020 e un +3% rispetto al 2019.

Per il 2022 non ci saranno progetti che saranno ‘game- changing’, ma porteremo avanti la via intrapresa di posizionare ancora meglio la nostra linea selezione Aristos nella gastronomia medio alta. In aggiunta vogliamo comunicare il nostro territorio al settore specializzato, giornalisti e guide. Abbiamo anche nel cassetto 2 nuovi vini che non sappiamo ancora se rilasceremo nel corso di quest’anno perché la nostra scelta è quella di attendere il momento ottimale dal punto di vista della qualità per farli uscire sul mercato”, conclude Gratl.  

A PROPOSITO DI CANTINA SOCIALE VALLE ISARCO

Fondata nel 1961 da 24 famiglie, Cantina Valle Isarco è la più giovane cooperativa vinicola dell’Alto Adige, oggi i soci sono 135 che coltivano 150 ettari di vigneti in 11 Comuni, da Bolzano fino a sud di Bressanone (Varna, Bressanone, Funes/Tiso, Velturno, Chiusa, Laion, Castelrotto, Villandro, Barbiano, Fié e Renon).

Ogni anno vengono prodotte 950mila bottiglie che rappresentano14 varietà (10 bianche, 4 rosse), per un totale di 28 etichette dove la punta di diamante è rappresentata dalla selezione Aristos e dalle edizioni limitate Sabiona di Kerner e Sylvaner, appena 3mila bottiglie all’anno per vitigno. Il 98% della produzione di Cantina Valle Isarco è dedicata ai vini bianchi, dove primeggia il Kerner affiancato da Sylvaner, Grüner Veltriner, Gewürztraminer e Müller Thurgau.

Il fatturato è di 6 milioni di euro, conquistato nel canale Ho.re.ca per l’85% in Italia (di cui la metà in Alto Adige) e per il 15% all’estero. A guidare Cantina Valle Isarco ci sono il presidente, in carica dal 2010, Peter Baumgartner, e il direttore generale Armin Gratl, che ricopre questo ruolo dal 2013. Negli ultimi 5 anni la cantina ha investito oltre 2 milioni di euro per migliorare la propria struttura e le proprie tecnologie.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here