Il 2020 sarà per il vino un anno che ricorderemo

0
173
vino

La Pandemia ci ha cambiati, nei costumi, nelle abitudini, nei comportamenti, forse saremo più responsabili e adotteremo di default quelle precauzioni igieniche che un po’ avevamo trascurato. Ancora di più ci ha cambiati nei consumi, stiamo assistendo al boom dell’On-Line, acquistiamo sempre di più sui siti e-commerce, qualsiasi cosa, dall’elettronica alla farmaceutica. Facciamo la spesa online e un corriere ce la consegna a casa. La stessa crescita la stiamo vedendo nel settore vino. I consumatori si orientano ormai quasi totalmente sui siti dedicati, dove trovano comunque tutti i consigli, le esperienze dei Sommelier, gli abbinamenti e una grande varietà di scelta. I prezzi sono vari, partiamo degli Entry-Level fino ai Premium.

La stessa cosa sta accadendo nei mercati esteri, con diverse procedure di acquisto nel rispetto delle leggi locali. Un mercato di riferimento, il più grande al mondo, quello USA, sta subendo i cambiamenti più radicali. I consumi nel periodo pandemico non sono diminuiti, anzi paradossalmente sono aumentati. Tuttavia, ciò che è cambiato è stato il modo in cui le persone bevevano. Le tendenze sono cambiate e rimarranno tali anche nel post-Covid. Diamo un’occhiata a come sta cambiando il mercato del vino USA.

- Advertisement -servizi web per cantine

Il boom dei Vini entry level, destinati a restare a lungo

Durante il lockdown, e anche adesso, dopo il lockdown, i consumatori si stanno spostando ancora una volta verso i vini entry level. La ragione principale è da ricercare nei redditi ridotti. La maggior parte dei bevitori di vino non ha il reddito disponibile che aveva prima. Tuttavia, ovviamente, continueranno a bere. Invece dei vini premium che stavano iniziando a guadagnare popolarità prima della pandemia, i vini entry level sono tornati di nuovo. I consumatori spendono meno per bottiglia, hanno redditi ridotti e l’intenzione è di fare scorta. I consumatori stanno tornando a vini di valore acquistabili a basso prezzo.

Negli USA l’acquisto di vino online crescerà più che mai

In questo momento, l’e-commerce per il vino è in forte espansione. Cantine, marchi, rivenditori offrono tutti l’acquisto di vino online in un modo o nell’altro. L’acquisto di vino online ha subito un aumento durante il periodo di lockdown a causa dei consumatori che desideravano rimanere a casa e stare al sicuro. Tuttavia, anche con la riapertura di bar e ristoranti, la facilità di ordinare vino online e di riceverlo a domicilio ha attirato i consumatori come nessun altro. La cosa che maggiormente attrae i consumatori, è la facilità delle cose, scegliere, seguire consigli e suggerimenti liberamente, avere tutto a casa velocemente e facilmente. Con le vendite di vino che si stanno spostando nel settore dell’e-commerce, i consumatori sono in grado di scoprire nuovi vini, nuovi marchi, trovare vini a prezzi accessibili, ottenere consegne più rapide e anche acquisire molte conoscenze sui vini. Con l’acquisto di vino online, i consumatori ottengono anche ottimi affari e sconti. Il segmento è in netta crescita e come previsto da autorevoli studi di marketing (Nielsen) il fenomeno non solo aumenterà ma si consoliderà e diventerà il punto di riferimento da studiare e considerare nei futuri piani marketing.

Un fattore non trascurabile: la sostenibilità, il vino green!

Da alcuni anni i consumatori sono particolarmente interessati alla sostenibilità della produzione vinicola. I Mass-Media ci bombardano con servizi e talk-show, e inevitabilmente i compratori tendono sempre più verso comportamenti e prodotti eco-sostenibili. In riferimento al vino, questo non significa che la produzione debba essere necessariamente certificata biologica (certamente un plus-valore) ma, è ricercato che l’intera cantina abbia una concezione di sostenibilità nel suo insieme. Voler proteggere il nostro pianeta è una delle massime priorità, soprattutto per le giovani generazioni, che sono anche le prime bevitrici di vino. L’interesse dei consumatori per la sostenibilità è una tendenza che rimarrà, qualunque cosa accada e la pandemia ha accentuato questa tendenza e i consumatori vi si immergeranno sempre di più. Molti Millennial acquistano vino da marchi e aziende vinicole che lavorano in modo sostenibile e hanno una produzione sostenibile.

L’attenzione alla salute

Questa è una tendenza che è iniziata prima della pandemia, ma la nascita del coronavirus ha spinto i consumatori ad essere ancora più attenti alla propria salute. I consumatori si stanno concentrando sugli aspetti salutari dei prodotti che acquistano. Le persone vogliono bere ciò che è buono per loro, vogliono bere qualcosa con un tasso alcoolico moderato e una concentrazione di solfiti inferiore e così via. I bevitori attenti alla salute stanno infatti adattando il concetto di bere con moderazione e riducendo la quantità di alcool che stanno bevendo.

Bottiglie di vino pronte al consumo

Aggiungiamo a tutto questo, la comodità. Anche per questo motivo l’acquisto di vino online sta aumentando ed è motivo di notevole interesse dei consumatori. Per i consumatori, è facile farsi consegnare una bottiglia di vino dal negozio o ordinare online un cartone di vino. È facile perché non devono fare molto ed è come avere un’enoteca intera a propria disposizione. Ciò su cui i consumatori si stanno concentrando è la convenienza e, in particolare, la velocità di consegna si sta rivelando una delle armi di marketing più incisive e convincenti per i consumatori.

E’ vero tutte queste sono tendenze e le tendenze vanno e vengono, ma sappiamo bene che quando la tendenza riguarda questa secolare bevanda, il vino, in questo modo, nasce per  rimanere e consolidarsi. Cogliere al volo questi cambiamenti può significare solo soddisfare le aspettative dei consumatori e inevitabilmente le vendite seguiranno la direzione voluta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here