Innovazione e tradizione convivono in casa Frescobaldi

0
85
Nipozzano Riserva Frescobaldi

Frescobaldi, dopo il grande cambiamento di vision e mission, crea una nuova etichetta per il suo vino simbolo, il Nipozzano Riserva, e presenta il Mormoreto 2013, in cui la percentuale di Merlot è stata sostituita con Sangiovese. In linea con il nuovo payoff del brand “Cultivating Toscana Diversity”, che sancisce il legame della famiglia con la varietà del territorio toscano, Frescobaldi incarna la tradizione della Toscana da 700 anni.

Una delle più importanti tenute della famiglia Frescobaldi è il Castello di Nipozzano sulle colline del Chianti Rufina, incastonato nella zona del Chianti più piccola ed elevata, a soli 35 chilometri ad est di Firenze. Grazie al perfetto equilibrio tra altitudine, suolo e microclima fresco e ventilato, le differenti varietà trovano le condizioni ideali per una crescita perfetta e permettono di produrre vini dal carattere armonioso e dalla forte longevità.

Il vino simbolo della tenuta è Nipozzano Riserva, un Chianti Rufina prodotto da oltre 150 anni, reso unico dalla sua forte personalità, lunga persistenza e longevità. Oggi Nipozzano Riserva 2013, sul mercato dal settembre 2016, rinnova la sua veste grafica con un’etichetta che vuole rappresentare un ritorno alla classicità e alla tradizione, in linea con il profilo del vino da sempre prodotto nel rispetto della ricerca verso la massima qualità e dei canoni della tradizione toscana. Per l’occasione è stata anche creata una Magnum serigrafata con la nuova etichetta con cassetta in legno, in edizione speciale: un modo unico per testimoniare questo importante cambiamento.

Un’altra grande novità riguarda Mormoreto, Cru del Castello di Nipozzano: dopo anni di prove e degustazioni continue, la tenuta Frescobaldi ha deciso di sostituire la percentuale di Merlot con Sangiovese nel blend di Mormoreto. “E’ a 30 anni dalla nascita di questo vino, che presentiamo la nuova anima di Mormoreto”, dichiara Lamberto Frescobaldi, Presidente della storica cantina toscana. “Un Cru dove Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc, varietà storiche per la Tenuta, recitano il ruolo prioritario, e in cui il Sangiovese conferisce nuova vitalità, grande capacità di maturazione ed un maggior legame con il territorio. Infine, il Petit Verdot aggiunge una nota di eleganza e uno spessore tridimensionale”.

La vendemmia 2013 è stata di qualità al Castello di Nipozzano. L’estate particolarmente fresca rispetto alla media ha fatto registrare picchi di caldo alla fine di luglio e nella prima decade di agosto favorendo l’invaiatura. L’alternanza di temperature tra il giorno e la notte ha favorito il processo di maturazione in maniera graduale. L’andamento climatico particolarmente favorevole di settembre ha portato ad una maturazione lineare che ha permesso di vinificare delle uve sane e di ottima qualità.

Un’altra importante novità a Nipozzano, in contemporanea alla presentazione della nuova etichetta, è l’apertura dell’ospitalità al Castello: è possibile soggiornare in una delle cinque stanze nell’antico frantoio, ognuna col nome di una varietà di olivo coltivato a Nipozzano. Nell’area comune si trovano una cucina con soggiorno ed un giardino con jacuzzi, affacciato sui vigneti e sulla Val di Sieve: un luogo senza tempo dove vivere pienamente le bellezze della Toscana, con lo scopo di aprire l’esperienza diretta della tenuta ad un pubblico selezionato e far apprezzare ancora di più la qualità dei vini in essa prodotti.

La tenuta di Nipozzano è visitabile, su prenotazione, per degustazioni e visite in cantina. Per prenotazioni di visite, soggiorni e degustazioni, rivolgersi a hospitality@frescobaldi.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here