Il Vinitaly di Campo alla Sughera si trasforma in un curioso talk show

0
78
Vini Campo alla Sughera Bolgheri

Campo alla Sughera, prestigiosa azienda vitivinicola di Bolgheri, torna al Vinitaly creando una cornice originale e unica: Selvaggia Lucarelli, scrittrice, giornalista e blogger tra le più influenti nel panorama nazionale dei social network, sarà “direttore d’orchestra” di un evento che coinvolgerà personalità del mondo culturale, dello spettacolo e dell’enogastronomia in un talk show dal vivo, che ruoterà intorno al mondo del vino e sarà accompagnato dalla degustazione delle eccellenze di Campo alla Sughera, forti di un altro anno di grandi riconoscimenti.

Vari personaggi si alterneranno in un salotto creato appositamente presso lo stand di Campo alla Sughera (Stand C15, Pad 9) discutendo di comunicazione, di enologia, di economia e di politica: il comun denominatore sarà il vino, che verrà analizzato in funzione dei vari argomenti.

«Sarà un giorno molto speciale per noi – dice il responsabile di Campo alla Sughera Felice Tirabasso – a breve riveleremo gli ospiti che saranno con noi, e vi assicuro che la discussione, oltre che di livello altissimo, sarà molto divertente. È la prima volta che al Vinitaly prende vita un talk show, con una conduttrice d’eccellenza e con ospiti che si cederanno il posto per interviste e dibattiti».

Selvaggia Lucarelli, giornalista, attrice, blogger e scrittrice, ha condotto trasmissioni radiofoniche e televisive, e con oltre 200.000 followers è divenuta una delle personalità più influenti della rete.

«Questa è una bella occasione per discutere di un argomento che merita la massima importanza – dice Selvaggia Lucarelli – e farlo con un talk show dal vivo al Vinitaly è un modo nuovo e divertente. Il tema mi è molto caro, tant’è che gli ho dedicato un capitolo del mio ultimo libro, in uscita il 3 aprile edito da Rizzoli. Campo alla Sughera oltre che produrre grandi vini, dimostra coraggio».

Campo alla Sughera, creata dalla famiglia Knauf nel 1998, ha sede a Bolgheri, paese simbolo dell’eccellenza vitivinicola italiana nel mondo. Fin da subito, si è contraddistinta non solo per la qualità dei vini, ma anche per l’innovazione tecnologica e l’assoluto rispetto ambientale. 5 diverse etichette vengono prodotte ogni anno: i rossi Campo alla Sughera, Arnione e Adèo e i bianchi Achenio e Arioso.

«Il vino – aggiunge Tirabasso – è divenuto fenomeno culturale, oltre che sociale, e questo dibattito sarà un’occasione imperdibile per tutti i professionisti e gli appassionati».

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here