Asti a Vinitaly, pensando all’Expo

0
26
Vini Piemontesi Asti

Il Piemonte si presenta al Vinitaly 2014, la più grande rassegna del settore in Italia, con una squadra di produttori determinata a far valere le eccellenze e le peculiarità del patrimonio vitivinicolo subalpino. Lunedì 7 aprile sarà la giornata degli astigiani. Alle 12,00 nella nuova area istituzionale del Piemonte al padiglione 10, Asti presenterà al pubblico gli eventi nazionali del mese di settembre.

Nell’incontro dal titolo “Asti chiama Expo”, il presidente della Camera di Commercio di Asti, Mario Sacco, illustrerà in anteprima alle autorità, ai produttori vinicoli, alla stampa, le prime anticipazioni sulla 48^ edizione della Douja d’Or – Salone Nazionale di Vini Selezionati, in programma dal 12 al 21 settembre a Palazzo dell’Enofila e sul 41° Gfestival delle Sagre Astigiane (14 settembre).

Il Comune di Asti con il sindaco Fabrizio Brignolo focalizzerà l’attenzione sul prestigioso e antico Palio di Asti (domenica 21 settembre). Interverranno all’incontro Maria Teresa Armosimo (presidente Atl AstiTurismo) e Francesca Poggio, presidente delle Donne del Vino del Piemonte che annuncerà un’iniziativa a cavallo tra il mese di maggio e la Douja d’Or.

A seguire il presidente della Camera di Commercio porterà il saluto ai produttori astigiani presenti alla rassegna. Nell’ambito dei 122 espositori che quest’anno alla fiera internazionale rappresentano il comparto vinicolo astigiano, 28 sono stati coordinati dalla Camera di Commercio di Asti nello spazio collettivo Regione – Unioncamere Piemonte (padiglione 10).

Di seguito l’elenco: B.I.G. di Cunico, Brema – Antiche Cantine di Incisa Scapaccino, Cantina Mosparone di Pino d’Asti, Cascina Nuova di Castel Boglione, Consorzio Tutela Vini d’Asti e del Monferrato in collaborazione con la Camera di Commercio di Asti, Crivelli Marco di Castagnole Monferrato, Crotin 1897 di Maretto, Franco Roero di Montegrosso d’Asti, Gabriele Scaglione di Canelli, Ghione Anna di Canelli, Goggiano di Refrancore, Gozzelino Stefano di Costigliole d’Asti, Il Botolo di Nizza Monferrato, La Ballerina di Montegrosso d’Asti, La Fiammenga di Cioccaro di Penango, La Ribota di San Damiano d’Asti, Lorenzo Inga Selection di Genova, Negri di Montegrosso d’Asti, Mazzetti 1846 Distillerie di Montemagno, Onav di Asti, Perfumo Gianpiero di Nizza Monferrato, Ri Da Roca di San Damiano d’Asti, Tenuta San Mauro di Castagnole delle Lanze, Tenuta Tamburnin di Castelnuovo Don Bosco, Trinchero F.lli di Montegrosso d’Asti, Valfieri di Costigliole d’Asti, Vigne dei Mastri di Costigliole d’Asti e Viotti Vini di Castel Rocchero.

Al Vinitaly continuerà il percorso di promozione della Barbera d’Asti Docg: un ampio stand sarà infatti acquisito dal Consorzio tutela vini d’Asti e del Monferrato che, in collaborazione con la Camera di Commercio, valorizzerà con degustazioni, presentazioni ed eventi uno dei prodotti più rappresentativi ed identificativi del territorio astigiano.

Tra le novità del Vinitaly 2014 si segnala una bella opportunità per gli espositori astigiani e piemontesi premiati al Concorso enologico nazionale “Premio Douja d’Or” 2013

In dieci saranno infatti presenti all’evento “Vinitaly and the City” – il Fuori Salone del Vinitaly – organizzato a Palazzo della Gran Guardia, di fronte all’Arena di Verona, domenica 6 e lunedì 7 aprile.

Si tratta di un prestigioso palcoscenico con oltre 300 etichette di vini nazionali selezionati da: Gambero Rosso; Verona Wine Top; Concorso Enologico Nazionale “Rosati d’Italia”; Concorso Enologico Nazionale Douja d’Or e altri concorsi delle Camere di Commercio di Novara, Torino, Alessandria (in collaborazione con Unioncamere Piemonte).

Dalle 17.00 alle 22.30, saranno proposti in live cooking, golosi piatti gourmet degli chef stellati Salvatore Bianco (Romeo Hotel di Napoli) e Pasquale Palamaro (Regina Isabella di Ischia).

In degustazione sfiziose tipicità: le mele di Belfiore, prodotti della Strada del vino di Arcole DOC, la gastronomia della Strada dei vini e dei sapori del Trentino, i prodotti artigianali di Meggiolaro, la selezione dei formaggi Lattebusche, l’enogastronomia di Parma e il cioccolato Domori.

Le aziende piemontesi Premio Douja d’Or 2013 che partecipano al Fuori Salone sono: Cantina sociale di Vinchio-Vaglio Serra e z.l (At), Cantina Terre del Barolo (Cn), CarlindePaolo di San Damiano d’Asti (At), Giacometto Bruno di Caluso (To); Marco Bianco di Santo Stefano Belbo (Cn), Poggio Ridente di Cocconato (At), Prandi Giovanni di Diano d’Alba (Cn), Tenuta Tamburnin di Castelnuovo Don Bosco (At), Terre dei Santi di Castelnuovo Don Bosco (At),Viotti Vini di Castel Rocchero (At).

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here