Tasca d’Almerita vince la sfida del tempo

0
33
Featured image

Grande qualità e sorprendente longevità. E’ questo il binomio che sembra aver caratterizzato i vini siciliani messi alla prova sui banchi di degustazione della manifestazione romana “Life of Wine”. Su sei attestati di merito consegnati dalla giuria di esperti per il miglior “rapporto qualità/tempo”, la metà sono andati alle tre aziende siciliane partecipanti. Insieme a Tasca d’Almerita, infatti, sono state premiate altre due aziende siciliane: Gulfi e Benanti.

I campioni in degustazione, anche in questa edizione di Life of Wine, sono stati assaggiati da una giuria formata da otto esperti di livello nazionale, collaboratori delle più importanti guide di settore, che hanno decretato i vini che più li hanno colpiti ed emozionati. La commissione di assaggio, formata dai giornalisti Giampaolo Gravina, Fabio Turchetti, Antonio Paolini, Fabio Pracchia, Sonia Donati, Susanna Varano e Laura Di Cosimo, ha così decretato l’assegnazione a Tasca d’Almerita di uno dei sei attestati di merito consegnati.

Per questa manifestazione, alla sua seconda edizione dopo l’esordio fiorentino del 2010, dedicata alla cultura dei vini di lungo percorso, Tasca d’Almerita è volata a Roma portando in valigia l’ultima annata in commercio e due vecchie annate del suo Rosso del Conte Contea di Sclafani DOC (1998, 2001, 2007). Una mini verticale di questa etichetta storica, a base di Nero d’Avola, Perricone e altre varietà a bacca rossa coltivate nella tenuta di Regaleali, presentata ad un pubblico che ha approfittato di questa occasione per compiere un viaggio nel tempo, per capire come il vino evolve, come si affina e si completa con il passare degli anni.

Erano oltre 40 le aziende italiane che, con le loro preziose verticali di tre annate, si sono incontrate nella cornice di Palazzo Rospigliosi per prendere parte a questo evento che, rivolto agli addetti al settore (ristoratori, enotecari, buyers, giornalisti), ma più in generale a tutti i wine-lovers, porta nel bicchiere prodotti ormai introvabili sul mercato.

L’auspicio di Tasca d’Almerita, come di molti eno-appassionati, è che l’invecchiamento diventi cultura e la capacità di saperlo valutare ed apprezzare si ponga quale strada corretta per avvicinarsi a vini dal lungo percorso. E il Rosso del Conte, nato nel 1970 con questo obiettivo, sembra aver dimostrato di poter essere uno di quei vini che diventano unici con lo scorrere del tempo. Un vino che anche in questa sua peculiarità rivela pienamente la capacità che ha avuto l’azienda di Regaleali di segnare un “nuovo corso” per l’enologia siciliana, merito di una riconosciuta capacità innovativa ma anche di un territorio particolarmente vocato per la viticoltura di qualità. Un terroir unico in Sicilia, in cui l’altitudine regala grandi escursioni termiche tra il giorno e la notte e in cui nel rispetto del ciclo vitale e vegetativo delle viti, da generazioni, si vendemmiano uve dal complesso patrimonio polifenolico, ricche di tutte quelle componenti utili a donare ai vini eleganza, longevità.

Tasca d’Almerita

Centocinquant’anni e non li dimostra. Tasca d’Almerita poggia le sue radici nella storia della Sicilia agricola più autentica, eppure non ha mai smesso di svolgere nell’isola quella funzione d’avanguardia, agronomica ed enologica che, a questo storico marchio del vino di qualità, tutti gli riconoscono. Uno stile produttivo che non ha mai rincorso la fugacità di alcune tendenze di consumo, per restare concentrato sulle potenzialità enologiche dell’isola, investendo sulle peculiarità dei diversi territori che oggi compongono, da oriente ad occidente, il complesso quadro pedoclimatico e ampelografico dell’azienda. La gestione dell’azienda è nelle mani di Alberto e Giuseppe, figli di Lucio e attuale presidente. Sono cinque le Tenute che compongono e raccontano il mosaico di territori di Sicilia dove l’azienda della famiglia Tasca d’Almerita è presente: la “leggendaria” REGALEALI, nel cuore della Sicilia più autentica e fulcro della ricerca e della sperimentazione, TASCANTE la nuova frontiera enologica dell’Etna, CAPOFARO azienda vocata alla produzione della Malvasia nella luce dell’ isola di Salina (Eolie), Tenuta Whitaker sull’ isola fenicia in fronte a Trapani e SALLIER DE LATOUR, sulle colline che circondano Palermo.Tasca d’Almerita è anche esclusiva Ospitalità, con il CAPOFARO Resort sull’Isola di Salina e la Country House di REGALEALI, perfetta retreat immersa nel cuore della Sicilia più autentica.Tasca d’Almerita esporta il 50% della produzione, con un focus su mercati principali quali Germania, Usa, Uk, e Russia.

www.tascadalmerita.it

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here