Produzione 2011 in calo, a rischio la competitività secondo Fedagri

0
16
Featured image

Scende per la prima volta sotto la soglia dei 41 milioni di ettolitri la produzione di vino italiana nel 2011, con un calo del 13% rispetto ai volumi dello scorso anno. Una riduzione produttiva riconducibile in parte a fattori meteorologici: l’eccessivo caldo e la siccità hanno provocato una resa di trasformazione più bassa della media in Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Umbria e Sicilia, grandinate a macchia di leopardo hanno invece colpito alcune zone viticole della Lombardia e dell’Alto Adige.

Discorso a parte merita la Sicilia, che vede il suo potenziale produttivo ridursi quest’anno di un ulteriore 20% rispetto al 2010, in virtù del ricorso alle misure di estirpazione e alla vendemmia verde. “Non possiamo non ribadire a riguardo – commenta Adriano Orsi, Presidente del Settore Vitivinicolo di Fedagri Confcooperative – la nostra forte contrarietà ad una politica miope che continua a dare sostegno alla non produzione”.

“Il calo quantitativo della vendemmia di quest’anno è preoccupante – prosegue Orsi – rischia di esporre tutto il settore a fenomeni di contraffazione gia largamente diffuse per altri prodotti agroalimentari italiani e questo soprattutto in ambito internazionale, dove la domanda di vino italiano è in continua crescita”.

“Temiamo inoltre che le nostre aziende possano veder minata la loro competitività – prosegue Orsi – a causa dei maggiori costi che dovranno fronteggiare. Il minor prodotto conferito dai soci provocherà infatti una maggiore incidenza dei costi di produzione sul confezionato. Se a ciò aggiungiamo anche gli aumenti sui costi di forniture (acquisti di materiale per il confezionamento, macchinari, manutenzioni, trasporti, servizi) derivanti dall’incremento dell’IVA al 21% e che sono stimabili in circa 11 milioni di euro l’anno, è evidente come, nonostante le cantine cooperative producano vini di grande qualità, non riusciranno ad arrivare sul mercato con dei prodotti competitivi anche nel prezzo”.

Regioni

Vino e Mosto Produzione 2010 (.000 Hl) Dati ISTAT +/- % previste rispetto al 2011 Stime* Vino e Mosto           (.000 Hl) Produzione 2011
Piemonte 3.006 -8% 2.770
Lombardia 1.349 -12% 1.190
Trentino Alto Adige 1.161 -10% 1.050
Veneto 8.351 -10% 7.520
Friuli Venezia Giulia 1.334 -12% 1.170
Emilia Romagna 6.601 -15% 5.610
Toscana 2.854 -12% 2.520
Umbria 875 -20% 710
Marche 927 -15% 800
Lazio 1.259 -5% 1.200
Abruzzo 3.028 -25% 2.270
Campania 1.869 -5% 1.790
Puglia 7.169 -15% 6.090
Sicilia 5.676 -20% 4.540
Sardegna 475 10% 520
Altre** 811 5% 850
Totale 46.745 -13% 40.600

Fonte: Fedagri Confcooperative

* Medie produttive arrotondate e ipotizzate per ciascuna Regione

** Valle d’Aosta, Liguria, Molise, Basilicata, Calabria.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here