Vinitaly 2010: Novità in casa Monte Rossa

0
26

In questa edizione del Vinitaly Monte Rossa presenta le sue novità. Innanzi tutto il ritorno di un grande classico, il Franciacorta Extra Brut millesimato, la cui ultima annata prodotta è stata quella del 2001. Con l’annata 2006 Emanuele Rabotti ripropone ai suoi consumatori un vino dal carattere vivace, accattivante, fresco, seducente al punto giusto. Un Franciacorta che, dice Emanuele “nasce sulla mia terra, la vuole rappresentare senza fare il verso a nessun altro vino della stessa tipologia e senza inutili paragoni. È un vino che esce dai parametri classici e dai dogmi che tracciano le caratteristiche delle bollicine. Ho dato al mio Extra Brut una forte impronta personale, quella che piace a me, con un gusto che spero di condividere con tutti coloro che lo vorranno assaggiare, perché i miei Franciacorta devono appagare il palato senza appesantire il gusto”.

Il nuovo Extra Brut sarà riconoscibile anche perché ha un suo nome proprio, altra novità che Rabotti lancia in occasione del Vinitaly, un nome che ne vuole sottolineare il carattere “mordace” e la provenienza: il Franciacorta si chiama SALVADEK, “selvaggio” in dialetto bresciano,. Un nome nuovo per una etichetta altrettanto nuova e originale che vuole dare un tono scanzonato alle sue caratteristiche: la piacevolezza del vino che, senza voler stupire a tutti i costi, vuole sorprendere con il suo gusto giovane. Una etichetta dalla grafica aggressiva e divertitala, anche provocatoria. e che si distinguerà con classe.

Emanuele Rabotti ha esteso la novità dei nomi propri a tutti i suoi Franciacorta: così d’ora in avanti lo storico Rosé si chiamerà P.R. Rosé, dedicato alla mamma Paola Rovetta mentre al papà, Paolo Rabotti, Emanuele ha dedicato il P.R. Brut Blanc de Blanc. Il Satèn Brut si chiamerà Sansevé termine derivante dal gaelico antico che significa “salute”! Il Franciacorta Prima Cuvèe continuerà per la sua strada insieme al glorioso fuoriclasse Cabochon.

Produzione Franciacorta Salvàdek Extr Brut 2006: l’extra brut nasce da una selezione dei migliori cru di chardonnay e solo nelle annate in cui presenta le caratteristiche adatte a questa particolare tipologia. L’annata 2006 ha prodotto uve sane, ricche di sole e di profumi che sono state raccolte al momento del giusto equilibrio tra acidità e zuccheri. Il vino che sarebbe poi evoluto con la rifermentazione in bottiglia già presentava i caratteri tipici del terroir e dei cru di Monte Rossa. La maturazione sui lieviti per tre lunghi anni ha solo sviluppato quello che la natura ha fornito, esaltando la freschezza, dando maggior spessore al gusto, producendo un perlage finissimo e seducete.

Emanuele Rabotti vi aspetta nel suo stand al Padiglione 6, stand D6 e al Padiglione Lombardia, area Franciacorta ingresso sud.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here