Fantinel punta sulle bollicine

0

A Vinitaly arrivano il nuovo spumante Fantinel Cuvèe Prestige e la nuova annata La Roncaia firmata Dorigo e Pecchiari. La prima sorpresa saranno le bollicine, ovvero gli spumanti, divenuti un vero e proprio modo di bere. Il legame tra Fantinel e lo spumante ha radici lontane. Già nel 1980 Loris Fantinel fondò il Consorzio Friuli Classico assieme a sei colleghi e nel 1985 l’azienda Fantinel produceva spumanti con metodo classico e lunghi affinamenti, fino a 40 – 44 mesi. A questi si iniziò presto ad affiancare il metodo Charmat che, nel tempo, è divenuto il più importante, grazie anche all’esperienza di Gianni Campo Dall’Orto, enologo di Conegliano, uno dei distretti spumantistici più noti, patria del Prosecco. Da sempre Gianni Campo Dall’Orto è un sostenitore della vocazione del territorio Grave per la produzione di spumanti e Cuvèe Prestige è stata pensata proprio per dimostrare questo. Il nome, Prestige, è dato dal metodo di selezione delle uve. Solo le migliori, infatti, sono destinate a questo vino, prodotto con metodo Charmat: di anno in anno, l’enologo e lo staff tecnico ne scelgono l’uvaggio ideale, modificando le percentuali di uve a bacca bianca.

Presenta perlage sottile e persistente, colore giallo paglierino con riflessi citrini, profumo intenso e persistente, con sentori floreali e sottofondo di crosta di pane, sapore gradevole ed elegante. E’ un vino moderno, caratterizzato da una moderata alcolicità, che si attesta su 11,5 gradi. Ottimo come aperitivo, si abbina con antipasti e piatti a base di pesce. Vinitaly sarà anche l’occasione per presentare la nuova doc Prosecco, di cui Fantinel è il più importante produttore del Friuli e tra i più importanti in assoluto con circa un milione di bottiglie prodotte. “Siamo soddisfatti dell’ottenimento della DOC Prosecco perché essa rappresenta l’opportunità per tutto il Friuli Venezia Giulia di difendere efficacemente un patrimonio regionale, come non è riuscita a fare in passato con il Pinot Grigio o il Tocai. – Dichiara Marco Fantinel, presidente del Gruppo Vinicolo Fantinel. A Vinitaly sarà presentata anche la prima annata La Roncaia, frutto della consulenza con gli enologi Marco Pecchiari e Alessio Dorigo, consulenti dell’azienda dal 2008. In particolare saranno le nuove annate dei bianchi ad essere protagoniste in fiera. La ricetta è chiara: territorio al 100%, singoli cru da valorizzare, pochi vitigni autoctoni da interpretare al meglio.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link