Quarta edizione per Vinissage, il salone dei vini naturali da agricoltura biologica e biodinamica

0

Sabato 16 e Domenica 17 maggio la città di Asti propone per il quarto anno “Vinissage”, la più importante vetrina piemontese sui vini naturali provenienti da agricoltura biologica e biodinamica, espressione della “naturalità” della vinificazione. Anche questa edizione, organizzata dal Comune di Asti in collaborazione con l’Associazione milanese Officina Enoica, che ne seleziona le Case partecipanti,  radunerà vignaioli e aziende (tutti con certificazione biologica o biodinamica) accomunati dalla convinzione che la qualità dei vini nasca da una vendemmia sana e da un buon lavoro in vigna, ma che a questo debba far seguito un impegno in cantina basato sul massimo rispetto per la naturalità dell’uva. Aziende che vogliono uscire dall’omologazione dei vini “costruiti”, preservando la natura, il territorio e la biodiversità. In questo fine settimana sarà possibile assaggiare ed acquistare  vini da  aziende provenienti dalle migliore zone viticole italiane, ma soprattutto sarà possibile dialogare con i vignaioli e capire perché così tenacemente si fanno promotori di vini che sono un tutt’uno sia con le loro scelte di vita sia con la loro terra.

Si potrà così scoprire cosa ha spinto in Sardegna  le suore del Sacro cuore Evaristiane ad impiantare un’azienda agricola biologica ed unire il lavoro dei campi e della vigna agli alti ideali sociali e religiosi   a cui  si dedicano. Si potranno apprezzare i vini ma anche il valore sociale della Tenuta Selvadolce di Bordighera, scoprendo come. grazie alla passione   per la propria terra   è stato possibile salvare decine di posti di lavoro convertendo un’ azienda di floricoltura ormai a rischio in un’azienda vitivinicola biodinamica  che produce nel massimo rispetto e riqualificazione  dell’ambiente. Comprendere cosa unisce fin dal 1995 i produttori piemontesi e toscani del Consorzio Trimilli, il cui nome evoca   il primo viticoltore di origini italiche di cui si abbia notizia storica.   Chiedere perchè nei vigneti della Fattoria Castellina, in provincia di Firenze, le lavorazioni siano  ancora effettuate, dove possibile, con l’ausilio dei cavalli  oppure perché i discendenti del primo cameraman di Hitchcock si siano dedicati al vino nel cuore della Maremma ed ancora scoprire le bellezza naturali dell’isola di Capraia  assaggiando i vini dell’azienda La Piana, unica azienda vinicola dell’isola…


Vinissage  non è solo una “Fiera del vino “, ma è soprattutto un’incontro con i vignaioli ed il frutto della loro passione per offrire al pubblico insieme ad un bicchiere di vino anche il loro entusiasmo. I vignaioli presenti a Vinissage presenteranno in un weekend vini unici a livello organolettico, che “parlano” a chi è disposto a saperli ascoltare, autentica espressione del legame e dell’identità tra il vino ed il territorio, del loro vitigno e del vignaiolo che li produce. Vini che non hanno certo la pretesa di essere gli unici vini buoni, ma hanno il vantaggio di essere solo uva fermentata di ottima qualità e di rappresentare il gusto del loro territorio, del loro vitigno e del vignaiolo che li produce … e parlano senza clamori della loro anima.


Asti e tutto il Piemonte è  terra di grandi vini e per questo è giusto anche dare voce a vini meno consueti, ma che contribuiscono ad arricchire il mondo del vino, ad un altro lato del mondo del vino, quello che “sfida la chimica”, per offrire agli appassionati ed esperti del settore una panoramica il più completa possibile della produzione enologica di qualità. Vinissage è una voce fuori dal coro in una città come Asti, indissolubilmente legata, già dal nome, al mondo del vino,  la cui vocazione vitivinicola   ha origine antiche e da cui origina il nome di una importante DOCG. Insieme a tante aziende vinicole non mancherà la possibilità di acquistare anche altri prodotti  biologici del territorio come marmellate, conserve, cioccolato, salumi,   ed informarsi sull’argomento  presso gli stand dedicati all’editoria.


Programma
Sabato 16 maggio 2009


– Apertura Salone dalle ore 15,30 alle ore 20,00


– Dalle ore 20 “Musica e vini nel Chiostro”


– Banco di assaggio con vini di Vinissage e prodotti del territorio proposti dallo Chef Enrico Trova della Scuola di cucina Gourmet


Al pianoforte: Matteo Curallo


Domenica 17 maggio 2009


– Apertura Salone dalle ore 10,30 alle ore 19,00


– Alle ore 12.00: presentazione della Guida ai vini d’Italia bio 2009 a cura di Pier Paolo Rastelli con degustazioni di prodotti del territorio


– Giochi e intrattenimenti per i più piccoli nel pomeriggio


Ingresso al pubblico € 5 per persona comprensivo di catalogo, bicchiere e degustazioni


Sede: Palazzo del Michelerio – C.so Alfieri 381 – Asti


 


Info.  Ufficio Promozione del Territorio
Tel.0141/399526
www.comune.asti.it – promoterr@comune.asti.it

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link