Etna Rosso DOC 2009 Firriato

0
53
Featured image

Ho appena pubblicato una recensione su un vino culto di Firriato, il Camelot, e non contento ne pubblico un’altra, altrettanto breve, tuttavia questa volta la mia attenzione si è spostata su uno dei vini base della cantina di Paceco (Trapani), l’Etna Rosso DOC vendemmia 2009. L’Etna, inteso come territorio, è diventato nel corso degli ultimi anni un vero e proprio campo di battaglia per tantissime cantine siciliane. Infatti vendemmia dopo vendemmia, e grazie alle peculiarità del territorio, le cantine attorno al vulcano più famoso d’Europa si sono moltiplicate come i funghi. E ovviamente sull’Etna non poteva non mancare una grande cantina del calibro di Firriato, proprio perché insita nella filosofia produttiva della cantina stessa. Una filosofia incentrata non solo sulla valorizzazione dei vitigni autoctoni ma anche su quella dei territori aventi spiccate identità territoriali, come appunto l’Etna.

L’Etna Rosso DOC vendemmia 2009, come già detto è un vino base e quindi non rappresenta la punta di diamante della produzione di Firriato, ma è sufficiente per farsi un’idea del grande lavoro che c’è dietro. Non mi reputo un grande esperto di vini, ma quando devo giudicare la produzione di una cantina mi baso esclusivamente sui loro vini base, e non sui loro vini di punta. Reputo una cantina affidabile dal punto di vista qualitativo quando anche i loro vini base sono ben fatti e piacevoli da bere. Ed è il caso anche di questo Etna Rosso. Il vino viene prodotto utilizzando Nerello Mascalese per l’80% e Nerello Cappuccio per il restante 20%, dopo una tradizionale vinificazione in rosso in vasche di acciao inox a temperatura controllata, il vino trascorre 6 mesi di affinamento in barrique, e solo un paio di mesi di affinamento in bottiglia prima della sua commercializzazione. Il primo impatto visivo è promettente, il colore è un rosso rubino limpido con leggerissimi riflessi violacei. Al naso presenta sentori di mora e mirtilli, ma anche di ciliegia matura, viola, e note speziate. In bocca si dimostra caldo, corposo, con tannini ancora ben in evidenza, ma non eccessivi, e una nota minerale davvero piacevole, buona anche la persistenza. L’Etna Rosso Firriato è senza ombra di dubbio in vino ben fatto, che si lascia bere senza problemi, e dal buon rapporto qualità/prezzo. Circa 9,00 euro il suo costo in enoteca.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here