Un dolce Vinitaly per Cantina Ronchi

0
32
Featured image

All’imminente edizione del Vinitaly 2012, il più importante evento internazionale dedicato al mondo del vino in programma a Verona dal 25 al 28 marzo, la Cantina Ronchi di Lugo (RA) sarà presente tra importanti conferme e interessanti novità. Le conferme sono quelle legate a “Caramella”, uno dei vini di punta dell’azienda, portabandiera nel mondo del vino dolce romagnolo. Esportato all’estero per quasi l’80%, principalmente in Gran Bretagna, Usa e Germania, “Caramella” è la Cagnina di Romagna firmata Cantina Ronchi, un autoctono DOC ottenuto da uve del vitigno Refosco, localmente denominato “Terrano”.

Per il terzo anno consecutivo Cantina Ronchi è l’azienda privata che detiene la leadership del mercato nella produzione di Cagnina con le sue 38.000 bottiglie dell’annata 2011 (e adesso anche seconda in assoluto tra i soci del Consorzio Vini di Romagna, che annovera anche cantine sociali e colossi cooperativi). I numeri, ovviamente, non sono elevati a livello assoluto ma sono molto significativi per il segmento dei vini dolci e per di più autoctoni.

“Caramella” arriva al Vinitaly forte dei recenti rinascimenti ottenuti al Premium Select Wine Challenge 2012 ProWein in Germania e dal noto ciritco-editore Luca Maroni nel suo Annuario dei migliori vini italiani 2012. E dal momento che anche l’occhio vuole la sua parte, “Caramella” è stata premiata per il suo packaging al 20° “Concorso Nazionale Etichetta d’Oro” di Cupramontana (motivazione: forma innovativa e taglio inusuale per un’etichetta verticale che gioca con i doppi sensi e stuzzica la curiosità).

Fra le novità, quella di maggior rilievo, che sarà presentata proprio al Vinitaly, è sicuramente relativa ad un nuovo importante accordo commerciale che Cantina Ronchi ha stretto con l’Azienda Bernardi Giuseppe di Rimini. L’obiettivo è quello di espandere il mercato nazionale e soprattutto internazionale dei vini che saranno griffati con un nuovo logo “Ronchi Bernardi Cantine”. «In un momento in cui i cali di consumi stanno coinvolgendo un po’ tutti i settori del mercato, e il vino ovviamente non ne è immune, il nostro intento è quello di crescere in sinergia per divenire una fra le aziende private più importanti della Romagna» commenta Roberto Ronchi, titolare dell’azienda lughese «Per fare questo dovremmo continuare ad investire nella qualità dei prodotti e, in parallelo, trovare nuovi sbocchi di mercato: in Italia, dove il vino romagnolo viene consumato quasi esclusivamente entro i confini regionali, e all’estero».

Tornando a “Caramella”, alla Cantina Ronchi si deve riconoscere un grande merito. Infatti, ha imposto sul mercato nazionale e internazionale un vino dolce autentico, uscendo dal cliché che la Cagnina fosse solo un “vinello” di pronta beva, da consumare come novello nel mese di novembre o poco oltre. “Caramella” è un vino vero, da bere in tutte le stagioni dell’anno perché dotato di un’ottima struttura e di caratteristiche organolettiche (in particolare note piacevolmente fruttate al naso e alla bocca) che lo fanno idoneo per accompagnare dolci di ogni tipo (preferibilmente secchi come crostate e biscotteria) e, in estate leggermente fresco, la frutta di stagione.

Al Vinitaly 2012 Cantina Ronchi sarà presente all’interno dello stand del Consorzio Vini di Romagna (Padiglione 1 Emilia Romagna).

Cantina Ronchi: www.ronchivini.it

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here