Monte Rossa Franciacorta: Vendemmia 2010 capricciosa ma emozionante

0
37
Featured image

È un po’ al cardiopalma, ma potrebbe portare belle sorprese. Il preannunciato ritardo per un inverno freddo e piovoso era stato recuperato da un luglio caldo e assolato; l’inizio di agosto lasciava sperare bene, poi sono arrivati freddo e piogge; il sole di nuovo caldo è riapparso dopo Ferragosto: mai avuto un mese così variabile. Si, perché questa del 2010 si sta rivelando proprio una vendemmia capricciosa, diventata quasi insolente in questi ultimi giorni in cui incertezza ed euforia si alternano con il cambiare repentino di tempo e temperature.

Insomma, a parte una prima raccolta-sondaggio sulle vigne più giovani, la vendemmia vera a Monte Rossa è iniziata oggi. La regola è ferrea, le uve non si portano in cantina se non hanno raggiunto il perfetto equilibrio tra acidità e zuccheri, indispensabile per basi Franciacorta di grande qualità. E allora non si guarda più al calendario ma alle analisi, agli assaggi e soprattutto all’esperienza maturata nei vigneti, anno dopo anno. E se comincia con una settimana in ritardo rispetto agli altri anni poco importa, anzi.

“Tutte queste variabili potrebbero rappresentare una grande occasione, questi colpi di freddo stanno aumentando la possibilità di trovare nelle uve profumi più fini ed eleganti –dice Emanuele Rabotti, patron di Monte Rossa- sono convinto che queste bizzarrie atmosferiche potranno dare un tocco di personalità in più ai miei vini”.

Si comincia la raccolta dai filari di pinot nero dei vigneti di Bornato per proseguire con lo chardonnay e poi a macchia, seguendo le uve che giorno dopo giorno arriveranno alla maturazione. La vendemmia degli oltre 80 ettari di vigneti governati da Monte Rossa sarà completata in 15/20 giorni di lavoro. A decine fra trattoristi, raccoglitori e personale in cantina saranno impegnati al trasferimento veloce delle uve che appena raccolte devono essere pigiate e inviate alla prima fermentazione.
“Le premesse, dunque sono per un’annata che si presenta non certo facile –conclude Rabotti- ma saranno proprio le incognite dei prossimi giorni che renderanno più stimolante la sfida che qui a Monte Rossa raccolgo con entusiasmo. E i miei Franciacorta saranno ancor più caratterizzati da inconfondibile personalità”.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here