Villa Franciacorta Diamant Pas Dosè

0
120
Featured image

Oggi, più di ieri, si sente parlare di bollicine Pas Dosè. Forse una nuova moda o semplicemente un segno del cambiamento del gusto dei consumatori. La ricerca di bollicine poco dosate è in forte aumento negli ultimi anni e di fatto la tipologia Pas Dosè rappresenta perfettamente questa tendenza. Infatti, non subendo aggiunta di liqueur d’expédition dopo la sboccatura ma semplicemente il rabbocco con altro vino, altro non è che un Franciacorta di ineguagliabile purezza. Nato alla fine degli anni Novanta dalla rivisitazione di una storica bollicina della collezione Villa, l’extra brut, quando l’azienda pensò di ricercare un gusto che potesse esaltare il più possibile la purezza del vino stesso, della materia prima e non da ultimo i cru di proprietà dalla quale provenivano le uve. Il primo passo fu pertanto l’abbassamento, o meglio, la scomparsa dello sciroppo di dosaggio e un affinamento prolungato sui lieviti. Il risultato di tale operazione fu un gusto, così unico per stile, piacevolezza ed armonia che riscontrò tra i consumatori un consenso talmente alto da portare l’azienda dopo pochi anni alla sostituzione totale dell’extra brut con il nuovo nato Pas Dosè. Cuore e anima della cantina questa bollicina rappresenta da sempre la punta di diamante della collezione Villa, non a caso il nome che gli fu conferito dalla nascita con il millesimo 1999. Per tutti da quel momento fu semplicemente “Diamant”.

Ottenuto da uve Chardonnay (85%) e Pinot Nero (15%) questo vino affina dapprima parzialmente in piccoli carati francesi in legno di rovere di Allier per oltre sei mesi e in seguito alla messa in bottiglia riposa per altri quattro anni sui lieviti. Una lenta maturazione sur lie che conferisce al prodotto emozionanti note organolettiche. L’occhio viene subito catturato da cristalline sfumature dorate. Al naso si sprigionano profumi fragranti, fruttati e leggere spezie dolci. Al gusto è schietto, deciso, signorile e allo stesso tempo fresco ed armonioso. Il millesimo 2004, quello commercializzato attualmente dalla maison, si racconta sicuramente in un crescendo di sensazioni. Nonostante l’evoluzione data da questi sei anni dalla vendemmia si presenta giovane, fresco e allo stesso tempo complesso. Questa bollicina millesimata col tempo avrà certamente ancora molto da raccontare. Per il momento questa è la storia di un Pas Dosè che ha rappresentato dal primo istante l’elegante anima della collezione firmata Villa.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here