A Milano un incontro con i vini di Pantelleria

0

Quando la Sicilia con i suoi vini arriva a Milano l’attesa è sempre tanta. Lo ha confermato l’incontro, che il Movinclub, il Club Turisti del Vino del Movimento Turismo del Vino Lombardo, ha recentemente proposto nella metropoli lombarda, dedicandolo stavolta ai vini dell’Isola di Pantelleria. A far da guida al MiniViaggio (slang con cui il Movinclub chiama le sue degustazioni) è stato l’avv. Diego Maggio – consigliere delegato ed anima del Consorzio di Tutela – il quale ha intrattenuto i numerosi ed entusiasti enonauti illustrando gradevolmente la storia e le caratteristiche naturali dell’isola mediterranea dalla curiosa forma di tartaruga.

L’ormai collaudato relatore ha parlato appassionatamente del territorio pantesco, degli uomini che lo abitano e delle sue antiche tradizioni vinicole: un racconto che si è sviluppato all’unisono con la proiezione di un interessante video (una vera e propria opera d’arte) le cui preziose immagini ad effetto hanno regalato la dimensione reale della inimitabile viticoltura pantesca. Ma questo non è stato che l’inizio di una coinvolgente avventura che è proseguita con la degustazione dei vini a denominazione d’origine, prodotti dalle aziende consorziate, dapprima proposti nella tipologia “secca”:

– GIBELE’ 2008 delle Cantine PELLEGRINO (Duca di Castelmonte)
– NIKA’ 2008 di CASE DI PIETRA
– YRNM 2008 delle Aziende Vinicole MICELI

Un tris di vini raffinati, decisamente da pasto, che abbiamo apprezzato in abbinamento a tartine con tonno e pescespada affumicati. Vini che, pur con le rispettive differenze di stile, ben rappresentano il peculiare terroir isolano e che soddisfano l’olfatto con i loro piacevoli profumi del sole, della macchia mediterranea, della ginestra, della zagara ma anche di frutta a polpa gialla, come albicocca e pesca. Prima di passare alla degustazione dei prodotti da dessert, anch’essi provenienti dalla vinificazione dello zibibbo, non sono mancate le domande rivolte al conduttore siciliano: il quale non si è sottratto al compito di informare sul ruolo del Consorzio di Tutela e sul marketing dei prodotti panteschi.

E, mentre agli enonauti venivano serviti pasticcini di mandorla, i loro calici si riempivano del prezioso oro liquido con il Pantelleria Moscato Liquoroso 2008 ed il Pantelleria Passito Liquoroso 2008, entrambi della PELLEGRINO. Per concludere, molto sono stati apprezzati i passiti NUN e YANIR (quest’ultimo, liquoroso, con evoluzione in barrique per un anno) delle Aziende Vinicole MICELI, nonchè il passito naturale NIKA’ di CASE DI PIETRA. Tutti i vini di questo secondo ciclo di degustazioni, presentavano colori caldi, dal giallo dorato all’ambrato. Notevole in tutti il bouquet di impatto elegante, pur nella sua intensità, tra cui abbiamo riconosciuto l’uva passa, i datteri, i canditi di agrumi ma anche le note “ereditarie” del moscato, come la salvia. Il MiniViaggio ha sicuramente entusiasmato i partecipanti grazie alla rinnovata passione che Diego Maggio ha saputo ancora diffondere, permettendo ai fortunati presenti di ancor meglio apprezzare i nettari dell’isola, alla luce dell’autentico eroismo che tuttora comporta il produrli.

“Un successo atteso, per cui ringraziamo il Consorzio di Tutela e Valorizzazione dei vini a d.o.c. dell’isola di Pantelleria ed i produttori che hanno voluto proporre i loro gioielli – dichiara Mirka Frigo, responsabile Movinclub – ed ora speriamo di realizzare al più presto il nostro sogno nel cassetto: quello di andare a Pantelleria per conoscere da vicino i vignaioli e camminare per i loro vigneti, coltivati con tanta fatica in una delle zone più difficili del Mediterraneo. Che, a ragion veduta, rientra tra le aree a viticoltura eroica.”

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link