Franciacorta al Merano International Wine Festival & Culinaria.

0

Franciacorta, nome che evoca il made in Italy di un terroir unico per una produzione esclusiva. Franciacorta Brut, Satèn, Rosé e millesimati di 35 Cantine, distribuiti tra spazi comuni e postazioni individuali, saranno in degustazione a Merano, in una delle manifestazioni più interessanti per gli appassionati del vino e della gastronomia. La manifestazione, che parte sabato 10 per concludersi lunedì 12 novembre, alle giornate di degustazioni presso la Kurhaus vedrà seguire serate altrettanto interessanti per la gastronomia e il Franciacorta che, straordinario accompagnamento di tutte le tavole, non poteva mancare l’appuntamento. Nella serata di sabato 11 lo chef Heros de Agostinis del Wolkenstein, ristorante gourmet dell’Hotel Steigenberger Hotel Terme, ha preparato un menu che sarà interamente accompagnato dal Franciacorta nelle sue varie tipologie: Satèn per gli aperitivi, Brut ed Extra Brut, Millesimati da abbinare a piatti originali e sofisticati, espressioni della creatività di uno chef dal pensiero semplice e geniale. Il Franciacorta dunque come elemento strutturale di una  cucina di alta classe, laddove il gusto si fonde con le emozioni.

“Essere presenti al prestigioso International Wine Festival, insieme a molti altri grandi vini – commenta il Presidente del Consorzio per la Tutela del Franciacorta Ezio Maiolini – è una ottima occasione per un contatto ravvicinato con il mercato tedesco, che da sempre ci ha scelto. Nella nostra politica di comunicazione i mercati francofoni sono tra i primi posti, né è testimonianza la continua presenza con i Festival del Franciacorta itineranti che organizziamo ogni anno. Nell’anno in corso, lo scorso marzo, siamo stati presenti a Monaco, per il 2008 è previsto un Festival del Franciacorta a Berlino. “Il Franciacorta infatti – aggiunge Adriano Baffelli, Direttore del Consorzio – accanto alla forte richiesta del  mercato interno, sta raccogliendo grandi consensi all’estero, prosegue la sua crescita e conta di toccare mercati ormai sempre più vicini come Stati Uniti, Giappone e  India, altamente sensibili al made in Italy e all’eccellenza”.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.