Gancia annuncia una vendemmia di qualità.

0

“Quest’anno la vendemmia ha già dato uva sana e di ottima qualità a partire già dallo scorso 8 agosto.” Sono i primi commenti di Lamberto Vallarino Gancia (nella foto), presidente della Fratelli Gancia & C. Spa, la storica cantina di Canelli leader nella produzione di Spumanti. “La situazione climatica, con un inverno caldo ed una primavera poco piovosa, ha prodotto quantità leggermente inferiori rispetto agli anni scorsi ed ha favorito una maturazione precoce, soprattutto in Piemonte, mentre rientra nella normalità in Puglia e Sicilia, dove abbiamo vendemmiato.” Oltre al Moscato di Canelli, con cui il fondatore Carlo Gancia inventò, primo in Italia, lo Spumante dolce a metà Ottocento, Gancia seleziona i migliori vitigni delle zone vitivinicole più vocate d’Italia per produrre una gamma varia e completa di vini spumanti di qualità.

La quinta generazione di famiglia, che oggi guida la storica cantina, ha inoltre diversificato la produzione, portando l’esperienza maturata in oltre 156 anni nel fare vino, in diverse zone d’Italia. Ne sono nate le Tenute dei Vallarino in Piemonte, per produrre vini tipici della più autentica tradizione regionale, come la Barbera e il Monferrato, e la Tenuta Capocroce, in Sicilia, nella provincia di Trapani, dove si producono ottime etichette da vitigni autoctoni e internazionali. Gancia partecipa inoltre alla proprietà dell’Azienda Vinicola Rivera in Puglia.

“In Puglia – prosegue Lamberto Vallarino Gancia completando il quadro della vendemmia 2007 nelle zone italiane dove Gancia è presente – il clima è stato più equilibrato ed alcune piogge hanno portato ad una ottima vendemmia nella norma dei tempi.” Fin dall’8 agosto in Casa Gancia è cominciata la vendemmia di un ottimo Chardonnay in Piemonte dagli acini sani, buona gradazione ed acidità per la produzione di vini base spumante. Il Pinot Nero destinato all’etichetta di punta della linea Cantine Gancia, il Metodo Classico Brut Carlo Gancia Doc Altalanga , dedicato alla memoria del fondatore e inventore dello Spumante italiano, “si presenta sano, di ottima qualità per profumi, acidità e zuccheri molto equilibrati.

“Dopo ferragosto si è già iniziato – prosegue Lamberto Vallarino Gancia – a pigiare ottime uve Brachetto con un buon livello ti intensità aromatica. Dal 19 agosto è cominciata la vendemmia di uno straordinario Moscato Bianco di Canelli, con profumi che negli ultimi decenni non si sono mai riscontrati. Infine proprio in questi giorni si prosegue con la raccolta delle uve bianche e rosse delle Tenute dei Vallarino, Chardonnay, Sauvignon, Bussanello, Merlot, Shiraz, Barbera, Albarossa, Cabernet e Nebbiolo. Dopo i giusti diradamenti di luglio, anche per i vini rossi si prospetta una ottima qualità favorita dalla esposizione ottimale delle nostre vigne.”

Anche nella Tenuta Capocroce in Sicilia, la vendemmia è già in corso ed in linea con le tempistiche dell’annata 2006, con uva ben maturata e di ottima qualità. “Nonostante la diversità imputabile alle varie zone d’Italia – conclude Gancia – in generale abbiamo ed avremo uva sana, di buona ed ottima qualità, anche se con una minore quantità, conseguente anche ai diradamenti effettuati per incrementare la qualità delle uve.” Anche per i vini frutto dell’accordo tra la famiglia Spalletti Trivelli /Zileri dal Verme e Vallarino Gancia in merito al Castello di Bolgheri le uve stanno maturando bene e si prospetta una grande annata. (Fonte: Eurofinanza)

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.