Montecarlo e Colline Lucchesi DOC, vendemmia anticipata di 7 giorni ma qualità ottima.

0

Vendemmia anticipata per le due Doc della lucchesia: Montecarlo e Colline Lucchesi. Anche se non siamo così “precoci” rispetto a molte regioni italiane, in particolare del sud Italia, dove la fase della vendemmia è iniziata nella prima decade di agosto e con un anticipo che va dai 10 ai 20 giorni rispetto alla media pluriennale (fonte Assoenologi) con un calo di produzione anche del 20%, nelle vigne delle colline lucchesi, la delicata fase della raccolta partirà in massa tra il prossimo week-end e l’inizio della prossima settimana senza troppi allarmismi. La colpa è ancora una volta del clima folle e delle alte temperature registrare negli ultimi mesi che hanno portato ad una maturazione precoce dei chicchi, ad eccezione di alcuni vitigni come il Sauvignon e il Pinot per i quali la vendemmia è quasi terminata. Coldiretti Lucca stima che la produzione approssimativamente sarà intorno alle 900.000 bottiglie per il Montecarlo bianco e rosso  prodotto dai 39 produttori e spalmati sui 160 ettari del terroir di Montecarlo, Altopascio, Capannori e Porcari; oltre 1 milione le bottiglie prodotte dalle 40 aziende agricole per il Doc Colline Lucchesi (7 i vini prodotti: rosso, merlot, bianco, sauvignon, fermentino, vin santo e vin santo occhio di pernice) esteso per quasi 200 ettari tra i comuni di Lucca, Porcari e Capannori.

“Su Montecarlo la vendemmia è un po’ anticipata anche se non di molto come sul resto dell’area Colline Lucchesi – spiega Lelio Alessandri, Segretario del Consorzio tutela vino di Montecarlo Doc e responsabile di Coldiretti Lucca – Le temperature notturne delle ultime settimane hanno esaltato il profumo mentre le piogge, misurate e non dannose, hanno fatto maturare bene i frutti contribuendo a migliorare la qualità della prossima annata. Ad una prima stima possiamo dire che la qualità sarà ottima”.

Un dato negativo, ancora diretta conseguenza delle anomalie climatiche, si riscontra alla voce quantità che sarà inferiore rispetto alla passata annata ma non deficitaria come in altre regioni italiane. Si parla di un 5-10% in meno. “Un calo impercettibile che a fronte dell’innalzamento della qualità ci può stare e non è fastidioso. L’andamento – conclude Alessandri – è soddisfacente”.

Gino Carmignani detto “Fuso” titolare dell’omonima azienda di Montecarlo produttore molto conosciuto dell’area tanto che in questo giorni è stato persino intervistato dal canale americano Nbc è certo che “la qualità sarà elevata”. “I vitigni tardivi – spiega “Fuso” che ha in preventivo di imbottigliare oltre mille rossi e 10 mila bianchi – hanno qualità maggiore. Siamo in anticipo rispetto alla normalità di sette giorni ma questo non sarà un grosso handicap. Direi il contrario. Io inizierò la fase di vendemmia questo fine settimana. Sono molto soddisfatto per la maturazione e credo che alla fine, dopo tanti allarmismi, sarà un’annata da ricordare”.

Parla di un anticipo più largo Virgilio Fornaciari della”Fattoria Vigna del Greppo” di Montecarloche ha in preventivo di produrre oltre 80.000 bottiglie di vini Doc.Per lui altri 10 giorni di attesa prima di iniziare a percorrere i filari di viti per effettuare le selezioni delle migliori uve che andranno a produrre i vari vini dell’azienda. “Stiamo cercando di portare i vitigni più tardivi alla giusta maturazione. La qualità è senza dubbio migliore rispetto al 2006 mentre la quantità leggermente minore anche se in una percentuale davvero bassa. Credo intorno al 5%.

Sul versante Colline Lucchesi Carlo Montrasio dell’azienda agricola “Il Colle” di Porcariha già raccolto il sauvignon e si appresta a vendemmiare gli altri vitigni all’inizio della prossima settimana. “Le viti – spiega il produttore – nonostante il clima anomalo non hanno sofferto. L’ultima pioggia, le temperature insolitamente miti per il periodo soprattutto di notte stanno facendo maturare l’uva alla perfezione”. Anche per Montrasio qualità ottima e quantità inferiore. “Credo che sia il massimo per le produzioni di quest’anno. E’ stata nel complesso, fino ad ora, un’annata davvero buona. Ora aspettiamo di vedere il prodotto finale”.

























I Numeri dei vini lucchesi


Tipologia


Numero aziende


 


Superficie ettari


Litri


Bottiglie


Montecarlo


39


160


690  mila *


 900 mila*


Colline Lucchesi


40


200


520 mila*


oltre 1 milione*





 


*


*Massima Produzione Stimata

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link