L’eccellenza dei vini Monteverro protagonista a Terre di Toscana

0
13
Vermentino di Monteverro

Un appuntamento imperdibile per tutti i wine lover con le eccellenze vinicole di questa regione: questo è Terre di Toscana, manifestazione che vede la partecipazione di 130 produttori fra cantine di nicchia e marchi di livello internazionale.

Monteverro – cantina gioiello dolcemente adagiata sulle colline di Capalbio, su quella nota ai più come Costa d’Argento – non poteva certo mancare a una manifestazione il cui pay off recita “l’eccellenza nel bicchiere” che sottolinea come sia in assoluto la kermesse più significativa a livello nazionale per i vini e i produttori di questa zona.

A questa dodicesima edizione della Cantina capalbiese sarà possibile degustare l’intera selezione di etichette – quattro rossi e due bianchi- proposte in annate diverse. Del suo vino di punta, il Monteverro – una cuvée di Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot e Petit Verdot – sarà in degustazione il 2009 annata che regala un vino sottile ed elegante, quasi misterioso come un quadro di De Chirico con mille sfaccettature e che conquista per il suo lusso discreto e senza tempo. Il connubio con carne cruda all’albese e tartufo bianco può creare sensazioni inaspettate.

Il Terra di Monteverro – stesse uve ma parcelle diverse – è proposto nell’annata 2014 è l’esempio di come un lavoro rigoroso in fase di vinificazione possa portare a risultati stellari anche quando il meteo non è favorevole: fresco ed elegante è l’abbinamento perfetto per una grigliata mista con gli amici! Potente e raffinato è il Tinata 2010 – Syrah e Granache – con i suoi profumi di macchia mediterranea e un’esplosione di spezie e fresco al palato, potente e al tempo stesso fine ed elegante.

Chiude la carrellata di rossi il Verruzzo 2016, Una splendida annata per questo vino, una maturazione lenta e graduale gli hanno infuso delle succose note di frutti di bosco e lamponi e un leggero tono speziato. Per i bianchi si parte con il Vermentino 2018, un vino croccante – che nasce da un’uva che ama il mare – rivela aromi primari che fanno capolino dal bicchiere e al palato rivelano una sapidità fruttata e una freschezza lunghissima. Un’esplosione di agrumi, pera e una leggera nota di mandorla amara sul finale.

Per chi ha un animo paziente perfetto è lo Chardonnay 2015, un grande classico risultato di una bella raccolta di acini piccoli e ricchi di aromi. E’ un vino che rivelerà il suo carattere e la sua potenza nei prossimi anni. Il consiglio? Dimenticarsi qualche cassa in cantina e riscoprirla tra qualche anno. Sarà una bella sorpresa. Ma se volete già pensare al menù a cui abbinarlo è perfetto con l’aragosta alla catalana.

Rossi eleganti e potenti, bianchi freschi e raffinati: non resta che venirli a degustare. L’appuntamento è domenica 3 e Lunedì 3 Marzo all’UNA Hotel Versilia di Lido di Camaiore (LU), prestigioso hotel sul lungomare della Versilia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here