Millesulmare Grecanico Dorato Sicilia DOC 2012 Santa Maria La Nave

2
42
Millesulmare Grecanico Dorato Sicilia DOC 2012 Santa Maria La Nave

Oggi voglio farvi conoscere un vino particolare. Sono sicuro che la cantina non la conoscete, e lo stesso vale per il vino che sto per presentarvi. Il motivo è molto semplice, la cantina è giovanissima, e il vino non è ancora neppure in commercio. Come spesso accade le cose più belle accadono per caso, come nel caso di questa piacevole scoperta vinicola. Diversi mesi fa ho avuto la fortuna di conoscere per caso uno dei titolari della cantina, che mi ha raccontato praticamente tutto sulla loro piccola realtà produttiva, sulla loro passione per la viticoltura estrema, sui vitigni autoctoni coltivati, sulla tradizione vinicola del posto, e via discorrendo. Tutte cose che ti senti raccontare praticamente sempre quando incontri un nuovo produttore vinicolo, ma che in questo caso assumono un “peso” diverso visto che la cantina produce solo circa 6.000 (seimila) bottiglie di vino all’anno, e visto che possiede uno dei vigneti più alti d’Europa, ad oltre 1.100 metri sul livello del mare, in uno dei territori vinicoli più vocati d’Italia, e cioè quello dell’Etna. Tutte cose che la rendono una cantina unica nel panorama vitivinicolo italiano.

La famiglia Mulone, titolare della Cantina Santa Maria La Nave (www.santamarialanave.com), possiede la piccola cantina a Viagrande (CT), ma ha i vigneti esattamente sull’altro versante dell’Etna, vicino nel comune di Maletto, per l’esattezza in Contrada Nave, in un territorio realmente selvaggio e incontaminato. Per tanti anni la famiglia Mulone, con l’aiuto di persone del posto preparate ed espertissime, hanno selezionato i migliori cloni di vitigni autoctoni della zona, soprattutto di Grecanico Dorato e Albanello, ma solo dopo anni di sperimentazione hanno deciso di commercializzare i loro prodotti. La vinificazione avviene con il supporto della cantina Benanti, e la supervisione dell’enologo Enzo Calì. Attualmente i Mulone producono due sole etichette, un rosso e un bianco, ed è proprio di quest’ultimo che vi voglio parlare. E’ un Grecanico Dorato vinificato in purezza di grande personalità. Il Grecanico Dorato è un vitigno a bacca bianca autoctono della Sicilia, utilizzato per produrre diverse tipologie di vino a denominazione di origine controllata. Grazie alle sue peculiari caratteristiche aromatiche, che ricordano il Sauvignon, diversi produttori siciliani lo utilizzano per produrre alcuni dei loro vini di maggior pregio, anche se per la verità non sono in molti a vinificarlo in purezza.

Il Millesulmare, questo è il nome del vino che ho avuto modo di degustare, è un Grecanico Dorato in purezza vendemmia 2012 dal bel colore giallo paglierino dorato molto pulito e brillante. Al naso è elegante ed intenso, con sentori che ricordano le note agrumate del cedro e del limone, ma anche un po’ la mela verde e la salvia, e ovviamente gli immancabili sentori minerali molto tipici dell’Etna. In bocca il vino si presenta di buona struttura, sapido, fresco, piacevolmente acidulo, e con la giusta persistenza. In conclusione il Millesulmare è un vino elegante e piacevole da bere adesso, ma che può reggere benissimo ancora diversi anni, insomma un vino bianco che merita di essere bevuto.

P.S. Avendo visitato la cantina Santa Maria La Nave solo poche settimane fa ho avuto modo di degustare in anteprima anche la vendemmia 2014 e promette non bene, ma benissimo. Complimenti alla famiglia Mulone.

2 Commenti

  1. Mette curiosità la descrizione di questo bianco. Mi piacerebbe conoscere l’indirizzo esatto della cantina. Vorrei inoltre segnalare un bianco, a mio giudizio portentoso, della cantina Basile, Pantelleria. Si chiama Sora Luna, ed è uno zibibbo vinificato a secco a tmperatura controllata. Da provare.

    • Ciao Maurizio, il vino è più buono di quello che ho scritto io. La cantina, se così si può definire visto che producono circa 6.000 bottiglie, si trova a Viagrande (CT), comunque se ti interessa puoi visitare il loro sito web e li troverai tutti i dati su come contattarli http://www.santamarialanave.com. Non ho mai bevuto i vini della cantina Basile di Pantelleria, ma me la segno così alla prima occasione proverò anche i loro vini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here