Carta d’Identità dell’olio extra vergine di oliva

0
92
Featured image

Rocca delle Macìe ha aderito al nuovo progetto “Carta di identità per la valorizzazione dell’olio extra vergine di oliva (CDI OEVO)” ideato dall’Istituto per i processi chimico-fisici del Consiglio nazionale delle ricerche di Pisa (Ipcf-Cnr), con il supporto del Ministero per le politiche agricole: un ulteriore passo avanti per la riconoscibilità degli oli extra vergine di oliva, della loro provenienza e della loro qualità.

Il progetto, che è stato presentato il 7 aprile al SOL (Salone internazionale dell’olio extravergine di qualità), in concomitanza con l’ultimo Vinitaly (7-11 aprile 2011), consiste nella creazione di un vero e proprio documento di identità per l’olio extra vergine d’oliva con proprietà e finalità del tutto simili al documento di identità delle persone, applicando agli oli la metodologia dell’analisi calorimetrica. Da una serie di operazioni chimico-fisiche si ottiene la rappresentazione di una curva che ‘fotografa’ in modo inalterabile il campione analizzato, è un test semplice e non prevede l’utilizzo di reagenti chimici.

Associando questa fotografia alle informazioni di produzione e di origine si identifica ogni olio senza margine di errore, con la possibilità di rilevare qualunque eventuale tentativo di contraffazione successivo. Il documento così ottenuto può essere esibito ad ogni controllo lungo la filiera di lavorazione, dall’imbottigliamento alla distribuzione, per attestare la conformità dell’olio all’originale. Tutte le informazioni vengono archiviate in una banca dati consultabile in rete direttamente su www.guidaolio.it.

“Abbiamo aderito con entusiasmo al progetto -afferma Sergio Zingarelli patron di Rocca delle Macìe- perché coincide con la nostra filosofia di produzione, e valorizza chi, come noi, vuole salvaguardare la naturalità e l’identità di questo prodotto straordinariamente buono e troppo spesso abusato”.

Rocca delle Macìe con il suo olio, testimonial di uno dei prodotti più rappresentativi della cultura alimentare italiana, aderisce dunque con responsabilità ad un progetto che promuove la trasparenza per affermare che la lotta alla contraffazione è possibile e che la qualità va difesa ad ogni costo.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here