Le Colture: Cinema e … Bollicine

0

Da Valdobbiadene a … Roma capitale del cinema italiano. Le bollicine DOCG firmate Le Colture sono state protagoniste, insieme ai migliori volti del cinema italiano ma anche internazionale, alla serata organizzata a Palazzo Valentini, prestigiosa sede della provincia di Roma, per l’edizione 2010 del premio Ciak d’Oro. Il premio, che per la prima volta è stato assegnato in questa sede, alla presenza del presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, viene annualmente organizzato da Ciak, storico mensile italiano specializzato in cinema e fondato nel 1985, ed ha coinciso quest’anno anche con il venticinquesimo anniversario della testata guidata da Piera Detassis.

La giuria, composta da un centinaio di giornalisti e critici specializzati oltre che dai lettori di Ciak ha premiato come miglior film italiano dell’anno “Mine Vaganti”, del regista Ferzan Ozpetek,. A questo si sono susseguiti a pioggia sempre per la medesima pellicola, anche il premio a Riccardo Scamarcio quale miglior attore protagonista, e ad Ennio Fantastichini ed Elena Sofia Ricci come migliori attori non protagonisti. E’ stato inoltre premiato anche il film “Dieci Inverni” di Valerio Mieli, pellicola che porta con sé un po’ di Veneto perché girata oltre che a Mosca, anche tra Venezia e le splendide colline di Valdobbiadene.

Il cast al gran completo del film vincitore ma anche altri nomi degni di nota come Margherita Buy, Isabella Ragonese e Nicolas Vaporidis, hanno brindato a questo successo con le bollicine venete. Due le etichette di punta firmate Le Colture hanno allietato il buffet, allestito nel cortile interno di Palazzo Valentini; l’extra dry Valdobbiadene DOCG “Pianer”, servito in apertura, e lo spumante dry Valdobbiadene DOCG “Cruner”, che nella versione magnum ha accompagnato il momento del dessert.

“Sono da sempre un grande appassionato di cinema – commenta Alberto Ruggeri, che nell’azienda di famiglia è responsabile Marketing – Per questo ho fortemente voluto che le nostre bollicine, che dallo scorso aprile si fregiano del marchio DOCG, accompagnassero un evento prestigioso come questo, in una città come Roma, nella quale i nostri vini hanno un buon posizionamento.

I vini che produciamo sono il frutto di un costante lavoro di squadra fatto di passione, dedizione, cure incessanti e rispetto per la nostra terra che chiede molto ma che sa dare altrettanto, ripagando il nostro sacrificio con grandi risultati. E proprio questi sono il fondamento della nostra forza, e ci spronano a difendere il livello di qualità che siamo riusciti a raggiungere ed il territorio da cui essa proviene. Buona parte degli stessi ingredienti che un bravo regista sa utilizzare per realizzare un buon film!”

La presenza de Le Colture all’evento romano, vuol essere un rinnovato segnale dell’apertura e della sensibilità di questa realtà vitivinicola verso il mondo della cultura italiana, in particolar modo del cinema. Già lo scorso anno infatti l’azienda aveva partecipato all’evento Stars&Wines allestito sulla spiaggia dell’Hotel Excelsior nell’ambito della Mostra del Cinema di Venezia.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link