Al Vinitaly il Lambrusco reggiano ambasciatore d’Italia

0
31
Featured image

“Il secondo prodotto rurale dell’economia agricola reggiana è a Vinitaly per dimostrare di essere ambasciatore della migliore produzione italiana e, così, rivolgersi al mercato internazionale: non a caso siamo il vino più esportato nel mondo”. Parola di Giorgio Gianotti, presidente dei Consorzi dei Vini Reggiani, forte di un settore che produce ogni anno, circa 1 milione 300 mila quintali di uva prodotti sugli 8 mila e 200 ettari di superficie viticola. “In un comprensorio – aggiunge Enrico Bini, presidente della Camera di Commercio di Reggio Emilia – che esprime 6 mila aziende e guarda con fiducia a un mercato certamente difficile, ma all’ultima campagna viticola con uve di ottima qualità ed un aumento della produzione di oltre il 23 per cento. Per questo il nostro ente si è impegnato nell’organizzazione di questo stand con la presentazione delle aziende reggiane agli operatori”.

Ed ecco prendere corpo lo stand del Consorzio e camerale reggiano di circa 50 metri quadrati, all’interno del padiglione dell’Emilia Romagna. Una partecipazione sostenuta anche dalla Provincia di Reggio Emilia che prosegue l’impegno intrapreso a fianco del mondo vitivinicolo reggiano. “Il Lambrusco Reggiano e il Colli di Scandiano e Canossa tornano al Vinitaly di Verona dopo 5 anni e lo fanno con eccellenze e un gusto unici – spiega Gianmatteo Pesenti, direttore del Consorzio del Lambrusco – saremo nello stand a fianco della Camera di Commercio per tutta la durata della manifestazione, dall’8 aprile fino al 12 sera. Siamo riusciti a tornare in questa importante manifestazione vinicola grazie alla collaborazione dell’ente presieduto da Enrico Bini”.

Di fatto la presenza del Consorzio servirà per la promozione del vino reggiano a livello nazionale e internazionale: “Saremo presenti con sommelier e diversi tipi di vino come il Lambrusco Reggiano doc e il Colli di Scandiano e Canossa doc per offrire la degustazione dei nostri prodotti a giornalisti, esperti e curiosi. Le aziende presenti alla manifestazione con uno stand proprio sono circa 20, tutte aderenti al Consorzio, mentre nel nostro stand avremo le cantine sociali di San Martino in Rio, Prato di Correggio e Arceto”. Da segnalare, anche la presenza qualificata dell’Associazione italiana sommeliers di Reggio Emilia.

Il consorzio inoltre si presenta al Vinitaly con un pregio in più: i tre bicchieri Gamberosso assegnate al lambrusco “Concerto” della cantina Medici Ermete e figli, prima volta per un vino frizzante. All’inaugurazione della fiera sarà presente anche Telereggio, mentre nella giornata di domenica 11 aprile la Camera di commercio di Reggio terrà una conferenza stampa nella sala dell’Enoteca Regionale per la presentazione del concorso interprovinciale “Matilde di Canossa, Terre di Lambrusco”, che si terrà a Reggio Emilia dal 28 al 29 maggio prossimi. “Per evitare il pericolo delle copiature – conclude Gianotti – dobbiamo far conoscere meglio i nostri prodotti specificando che nascono nel nostro territorio da vitigni autoctoni. A Verona saliamo per questo”.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here