Al via il deblocage del vino novello a Roma

0

Un appuntamento che ha il sapore della tradizione, quello con i vini di “Novello Latino”, ovvero con tutte quelle etichette che fanno parte dell’Istituto Vino Novello del Lazio. I romani sono ormai affezionati a questo festeggiamento di benvenuto che si riserva al vino nuovo e che porta con sé tutto il sapore e il colore dell’autunno. E la festa 2009 si annuncia ricca di iniziative che vedono protagoniste le due enoteche istituzionali della città: Palatium, l’Enoteca Regionale di Via Frattina, ormai roccaforte stabile per la promozione delle eccellenze regionali e punto di riferimento per gli enoappassionati della produzione vinicola del Lazio, e la giovanissima Enoteca Provinciale “Provincia Romana”, custode della tradizione enoica di Roma e Provincia.

E il tanto atteso deblocage si svolgerà, aperto al pubblico, proprio in queste due sedi dalle ore 19.00 del 6 novembre prossimo. Resta solo da scegliere se godere della vista della Roma Antica o proiettarsi nello scintillio delle vetrine di Via Frattina. Ma, dato l’orario no stop fino alla mezzanotte, perché non godersele entrambe concedendosi un suggestivo tour nel centro della Capitale?

Voluta e organizzata dall’Istituto Vino Novello del Lazio, con l’attiva collaborazione dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione e dall’Arsial e con la partecipazione dell’Assessorato all’Agricoltura della Provincia di Roma, l’iniziativa proseguirà anche nei giorni successivi con momenti di degustazione nelle due Enoteche e con una intensa attività di promozione e distribuzione dei vini presso i ristoranti della Capitale e i negozi della Grande Distribuzione.

“Il Lazio è tra le regioni italiane con la maggiore produzione di vino novello che rappresenta lo 0,27% di quella vinicola in generale – sottolinea l’Assessore regionale all’Agricoltura, Daniela Valentini –. Una produzione di ottima qualità ad un costo tra i più bassi d’Italia: l’8.5% in meno rispetto al prezzo medio che, rispetto all’ultimo biennio, è stato inferiore a cinque euro per litro. Per valorizzare e diffondere sempre più il nostro novello – continua l’assessore – anche quest’anno abbiamo messo in campo una serie di iniziative a tema, oltre al coinvolgimento di circa 250 ristoratori, che proporranno il vino novello laziale ai propri clienti, e ad un accordo con la grande distribuzione per portare sugli scaffali di 150 punti vendita le nostre etichette”. 

“Far conoscere i prodotti ad un pubblico vasto e sempre più esigente, – ribadisce Nicola Zingaretti Presidente della Provincia di Roma – è una sfida che la Provincia ha raccolto e che richiede sostegno, capacità di promozione e la disponibilità di nuovi spazi. Proprio per questo é nata ‘Provincia Romana’, che apre le porte al vino nuovo, primo testimone di questa nuova annata che si preannuncia qualitativamente interessate. La produzione vinicola della provincia di Roma raggiunge il 47% della viticoltura regionale con circa 12.500 ettari coltivati e oltre 700.000 ettolitri di vino prodotti nel 2008. Un ruolo significativo nel panorama produttivo regionale che merita piena visibilità nelle vetrine di questa nuova Enoteca posta nel cuore di Roma”.

“Riteniamo che sostenere e promuovere il vino novello regionale – conferma Fabio Massimo Pallottini, Commissario Straordinario Arsial – attraverso una strategia articolata di valorizzazione della qualità e dell’immagine del prodotto, costituisca il vero supporto alla commercializzazione delle aziende: ed è con questi obiettivi Arsial partecipa alla manifestazione promossa dall’Istituto del Vino Novello del Lazio “Novello Latino”. Aldilà delle iniziative rivolte al pubblico dei consumatori infatti, il progetto prevede il coinvolgimento di oltre 250 ristoratori che proporranno il vino novello laziale ai propri clienti abbinandoli ai loro piatti più tradizionali e a quelli più tipicamente autunnali. A questo va aggiunta la distribuzione anche sugli scaffali di 150 punti vendita della GDO. Un’iniziativa che rientra a pieno titolo nelle strategie promozionali dell’Arsial, tese a costruire progetti di valorizzazione della filiera, in grado di offrire concrete prospettive commerciali alle aziende agricole della nostra regione.”

“Tra le prerogative dell’Istituto del Vino Novello del Lazio – conclude Enzo Nesta, Presidente dell’Istituto del Vino Novello – c’è anche quella di aver garantito al consumatore un prezzo costante nelle diverse stagioni. L’incremento previsto per il 2009 è ovviamente collegato al netto calo della produzione dell’ultima vendemmia ma è certamente minore rispetto all’impennata prevista in altri territori e in altre situazioni, con una fascia di prezzo che va dai 4,00 ai 6,00 euro”.

Ottime prospettive per il Vino Novello del Lazio e dunque il brindisi è d’obbligo. Appuntamento quindi a Palatium – Via Frattina, 94 – e a “Provincia Romana” -Largo Foro Traiano, 84 dalle ore 19.00 del 6 novembre.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link