Nasce la Strada del Vino Cesanese di Olevano Romano. Prima tappa Vinitaly 2007.

0
14
Featured image

La cultura del vigneto, il fascino di un territorio tutto da scoprire, ricco di storia, sapori e tradizione, uniti all’esclusività dell’unico vitigno rosso autoctono del Lazio: il Cesanese. Sono questi i punti di forza del progetto di marketing territoriale promosso da 10 Aziende vitivinicole di Olevano Romano (Rm), associate sotto il nome della Strada del vino Terra del Cesanese di Olevano Romano, che sarà presentato a Verona dal 29 marzo al 2 aprile, durante il Vinitaly 2007 – il Salone dei vini Doc italiani e internazionali. Sulla scia di esperienze eccellenti nel resto del Paese, anche il territorio di Olevano Romano mira ad entrare a far parte delle più famose rotte enogastronomiche italiane con l’obiettivo di far conoscere tutte le attrattive di un ambiente collinare baciato dalla natura e da un clima favorevole, per mezzo delle sue produzioni di vino Cesanese a Denominazione di Origine Controllata, un vino di alta qualità e dalle antiche origini pre – romane. Accomunate da una filosofia comune, che coniuga tradizione ed innovazione, le aziende presenti a Verona sono: Vitivinicola Buttarelli, Cantine Ciolli, Azienda Agricola Proietti, Azienda Agricola Migrante e Compagnia di Ermes.

La rosa dei vini in esposizione all’evento di Verona è composta dal Cirsium e Silene di Cantine Ciolli, Attis e Cibele della Compagnia di Ermes, Sigillum e Terre Olibani di Migrante insieme al Vignalibus e Riserva di Proietti a I Colli e al Mora Roscia di Buttarelli. Novità assoluta per il Vinitaly 2007, sarà il marchio – logo della Strada del Vino, che da oggi entra a far parte dell’immagine coordinata per le 10 cantine che vi appartengono e che diverrà elemento distintivo anche per le iniziative promozionali legate alla cultura, ricettività e gastronomia dell’intero territorio. Creato dall’Agenzia di Comunicazione Braind concept design, che ha progettato anche la brochure istituzionale e lo stand espositivo, questo marchio utilizza l’acronimo OR, le iniziali del Comune di Olevano Romano ed è impreziosito dalla stilizzazione di tre colline/filari, elementi che intendono a loro volta richiamare le qualità del vino locale, oltre che mettere in risalto le peculiarità della zona. L’appuntamento è a Verona presso il Padiglione A Stand n. 46 inserito nello spazio riservato alle Aziende vinicole del Lazio, realizzato dall’ARSIAL – Agenzia Regionale per lo sviluppo e l’innovazione dell’agricoltura del Lazio e dedicato alle Strade del vino e dell’olio della Regione.

Articolo precedenteSughero al riciclo, anche a Vinitaly.
Articolo successivoCa’ Stelle si aggiudica il premio della Gran Menzione alla 15ª edizione del Concorso Enologico Inte
Fabio Italiano
Classe 1968, nato e cresciuto nella cantina del ristorante di famiglia, ho avuto il privilegio di conoscere i migliori vini del mondo grazie a mio padre. Tra le mie mani ho visto passare il meglio della produzione vinicola italiana e francese: dal Sassicaia (allora ancora semplice Vino da Tavola) ai vari cru di Barbaresco di Angelo Gaja, fino ai super famosi Château Margaux, Château Lafite Rothschild, Petrus, solo per nominarne alcuni. Tra un servizio ai tavoli e l’altro, ho anche trovato il tempo per laurearmi in Ingegneria presso l’Università degli Studi di Palermo. Il 23-11-1998, giorno del mio 30esimo compleanno, mi trasferisco in Olanda per amore, dove ancora oggi vivo con mia moglie e i miei due figli. Bereilvino.it è il mio hobby e non mi ritengo un esperto di vino ma solo un appassionato!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here