Villa Crespia: Il vino è facile!

0

Sabato prossimo, 26 giugno, una giuria di giovani “inesperti” si riunirà per selezionare tra gli elaborati pervenuti al progetto i cinque ritenuti più rispondenti ai requisiti richiesti o comunque considerati più efficaci dal punto di vista comunicativo. Si conclude così l’iter iniziato a Vinitaly 2010 quando venne presentato IL VINO E’ FACILE!, un’idea nata dalla collaborazione tra l’Arcipelago Muratori e l’Ais Lombardia. Come sottintende il titolo, il progetto intende dimostrare che la comunicazione del vino, soprattutto se rivolta a non esperti, debba essere veloce, esaustiva, senza eccesso di tecnicismi e soprattutto capace di indurre a un consumo consapevole.

A cimentarsi in questo non facile compito sono stati invitati i sommelier dell’Ais Lombardia, che hanno risposto in gran numero. La proposta prevedeva la realizzazione di un format, video, sequenza fotografica, testo, o qualsiasi altra soluzione grafica o scritta, scelto a propria discrezione. Ciascun partecipante ha ricevuto in omaggio due bottiglie, scelte fra le etichette dell’Arcipelago Muratori, da degustare per poi, sulla base di quell’esperienza, raccontarne il contenuto, le sensazioni, le emozioni provate, nel modo appunto più facilmente comprensibile.

La giuria, cui spetta il compito di valutare i risultati di questa provocazione a sommelier professionisti abituati a un linguaggio tecnico, si riunirà nella sede centrale dell’Arcipelago, a Villa Crespia (via Valli 11, Adro, Brescia): sono una ventina di giovani diversi per estrazione sociale, cultura, preparazione scolastica, curiosi del mondo del vino, ma del tutto inesperti. Nel pomeriggio, sempre nella stessa sede, alle 15.30, si ritroveranno i sommelier che hanno partecipato al progetto, ospiti, amici ed estimatori, per conoscere i risultati e l’assegnazione dei premi: il primo classificato avrà l’opportunità di un viaggio benessere a Ischia, con accoglienza nella Tenuta Giardini Arimei.

La premiazione sarà preceduta da un incontro tra esperti della comunicazione del vino (giornalisti, enotecari, sommelier, enologi) che discuteranno sul tema e daranno un’ulteriore valutazione sulle scelte della giuria in base alla propria competenza professionale. Spetterà anche a loro dimostrare che il progetto ha ottenuto i risultati sperati, e se sia davvero possibile promuovere la conoscenza di un prodotto così carico di storia e di contenuti organolettici con una semplificazione. Si prospetta un pomeriggio molto interessante a cui siete cordialmente invitati.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.