Cultura e spettacolo alle Settimane Altoatesine della Strada del Vino.

0

Organizzate nelle giornate tra il 3 e il 19 maggio 2007, le Settimane della Strada del Vino hanno come obiettivo quello di presentare come un complesso unitario l’insieme delle diverse componenti che formano l’anima della Strada del Vino più antica d’Italia. 15 Comuni, 9 Aziende di Promozione Turistica, diverse decine di produttori, oltre 4 mila ettari di vigne: un patrimonio di storia e umanità che dà vita ad alcuni dei vini autoctoni più noti sia in Italia che all’estero; basti ricordare il Gewürztraminer, bianco aromatico di fama mondiale, il Lagrein, rosso dalla robusta personalità, le varie tipologie di Schiava, il vino storico della produzione bolzanina. Nata nel 1965 sulla falsariga delle strade del vino tedesche, la “Weinstraße” altoatesina ha, però, una particolarità che la distingue sia dal modello originale che dalle altre settanta strade del vino italiane: quella cioè di essere una reale strada storica, e non una zona o una valle più o meno ampia e difficilmente identificabile. La Strada del Vino, insomma, è un vero itinerario geografico, oltre che storico, turistico e culturale, e si snoda su circa 30 km di percorso ininterrotto, dotato in parte anche di una propria specifica segnaletica, chiara e riconoscibile, attualmente in fase di completamento.

Ad aprire le Settimane sarà l’edizione 2007 della Mostra Vini Bolzano, l’appuntamento pensato per dare modo agli stessi produttori ed enologi di presentare le migliori varietà dell’annata precedente che si svolgerà dal 3 al 5 maggio presso lo storico Castel Mareccio di Bolzano. Assolutamente inedito sarà poi il confronto tra il Gewürztraminer e il Brunello in programma per l’11 maggio al Castello Rechtenthal di Termeno: due grandi vitigni apparentemente incompatibili, ma in realtà più affini di quanto si potrebbe immaginare. Un altro appuntamento da non perdere sarà inoltre costituito dalle Giornate del Pinot Nero del 17 e 18 maggio, mentre gli amanti della buona tavola non potranno mancare di provare l’abbinamento dei vini locali con un’altra specialità tipica della primavera altoatesina: l’asparago di Terlano. In chiusura, infine, durante la Notte delle Cantine, evento clou della manifestazione, 45 produttori aprirà al pubblico le porte delle proprie aziende, svelando agli appassionati i segreti meglio custoditi della viticoltura locale.

Settimane Altoatesine della Strada del Vino: l’incontro tra turismo ed enologia lungo i percorsi della storia e della cultura.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.