Il Consorzio Vini di Romagna si rifà il look. Nuova rivista e nuovo sito web.

0

Per accompagnare la fase di evoluzione e crescita del valore e della conoscenza dei vini tipici di Romagna, nel 2006 il Consorzio Vini di Romagna ha presentato un restyling della propria immagine. In linea con questo percorso e nell’ottica di una strategia dedicata alla promo-commercializzazione del vino di questo spicchio d’Italia, per il 2007 il Consorzio ha rinnovato due importanti strumenti: la rivista “Romagna DOC” e il proprio sito istituzionale e informativo.

LA RIVISTALa nuova rivista rappresenta uno strumento per scoprire, attraverso il gusto, la storia attuale e trascorsa del vino stesso e del suo territorio. “Romagna DOC” è distribuita in 10.000 copie (3 numeri l’anno) su abbonamento e  utilizzando come canali preferenziali wine-bar, enoteche, osterie, ristoranti della Romagna e data in omaggio a tutti quegli avventori che sceglieranno di bere il vino della zona. Inoltre, è disponibile in tutte le sale di degustazione che molti dei produttori soci del Consorzio hanno allestito nelle proprie aziende, all’insegna dell’ospitalità e della convivialità. Dal punto di vista dei contenuti, la nuova rivista Romagna Doc tratta temi che gravitano, ovviamente, intorno al mondo del vino romagnolo con articoli brevi e di piacevole lettura, arricchendosi di rubriche e sezioni dedicate agli appuntamenti che il territorio offre, di aneddoti e curiosità sul mondo del vino e della Romagna, di testimonianze di personaggi noti.

Il nuovo stile grafico della rivista (il cui primo numero è in distribuzione da gennaio 2007) suggerisce, già nella copertina, una veste moderna e confidenziale. La copertina è completa di un sommario sintetico per dare fin da subito l’attualità dei contenuti. All’interno, il font della titolazione varia con frequenza al cambiare degli argomenti trattati, togliendo così rigidità, e garantendo comunque una sorta di continuità in termini di rigore. Per quanto riguarda l’impaginazione, la posizione variabile degli abstract e dei testi, i colori creano interesse e dinamismo. L’uso particolare delle immagini dà vita ad un impatto forte, alternando fotografie e illustrazioni in formati anche molto grandi.

IL SITO (www.consorziovinidiromagna.it) – In sintonia con i cambiamenti legati alla rivista, anche il sito del Consorzio Vini di Romagna è stato ripensato ed aggiornato, diventando ora una vetrina informativa dell’ente. Con una grafica sobria ed elegante, che si lega a quella della rivista, il nuovo sito (in continuo aggiornamento ed implementazione dei contenuti) è di facile consultazione e propone parti statiche e parti dinamiche. Attraverso il menù è possibile scegliere le varie sezioni da approfondire: territorio, produttori (con possibilità di fare ricerche per provincia o per parola chiave), storia del Consorzio, news, link utili. Ovviamente la parte più dettagliata è quella riguardante i vini: Albana di Romagna DOCG, Sangiovese di Romagna DOC, Trebbiano di Romagna DOC, Pagadebit di Romagna DOC, Cagnina di Romagna DOC e i più recenti DOC Colli d’Imola, Colli di Faenza, Colli della Romagna Centrale e Romagna Albana Spumante DOC. Infatti, nella sezione ad essi dedicata sono presenti singole schede ognuna delle quali riporta: nome vitigno, rese per ettaro, zona di produzione, descrizione prodotto con analisi chimica e organolettica, riferimenti legislativi.

Dal punto di vista tecnico, il sito funziona utilizzando un potente CMS (Content Management System), grazie al quale è possibile facilmente aggiornare il sito (anche dal punto di vista grafico), arricchirlo con risorse scaricabili o consultabili (gallerie fotografice, video, file testuali ecc…),  attivare/disattivare sezioni. Il sito è inoltre compatibile con tutti i browser e sistemi operativi e soddisfa le norme delle legge Stanca.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.