Primo Concorso Enologico Nazionale dei Vini Rosati d’Italia

2
17
Featured image

Il 5 maggio la Città di Otranto si tinge di rosa o meglio di Rosé. Nelle suggestive sale del Castello Aragonese alla presenza del Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Mario Catania e del Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, verranno eletti i vincitori del Primo Concorso Enologico Nazionale dei Vini Rosati d’Italia indetto ed organizzato dalla Regione Puglia, Area Politiche per lo Sviluppo Rurale, con il patrocinio del Ministero delle politiche Agricole, Alimentari e Forestali.

L’idea del concorso nasce per colmare un’ingiustizia perpetrata ai danni del vino rosato, troppo a lungo considerato un sottoprodotto della produzione vitivinicola, senza la dignità del bianco o del rosso. “Era doveroso per la Puglia – ha dichiarato l’Assessore Dario Stefàno” – storicamente vocata alla produzione dei rosati, rendersi protagonista di una iniziativa di altissimo profilo che non ha precedenti nella storia dei concorsi nazionali dedicati alla enologia di qualità”.

Prevista anche una diretta in streaming che potrà essere seguita su Facebook ( www.facebook.com/SalentoWeb), sulla pagina ufficiale del Concorso Enologico Nazionale Rosati d’Italia e sul sito www.salentoweb.tv. Potrete quindi seguire in diretta da casa vostra la conferenza, la premiazione e le interviste agli ospiti che prenderanno parte a questa giornata dedicata al vino rosato. Il programma dell’evento, inoltre, sarà prontamente condiviso su tutti i social network dal nostro team.

Per tutti coloro che desiderano invece partecipare dal vino all’evento devono fare richiesta di accredito. Occorre inviare una mail a info@concorsorosatiditalia.it con i dati personali, numero di tessera dell’Ordine dei Giornalisti o del documento di identità, e numero di cellulare.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here