Cantine d’Italia 2015, la guida Go wine per il turista del vino

0
49
Turismo del vino

Una Guida dedicata a coloro che ritengono che il vino…valga un viaggio! E a coloro che non amano solo degustare buoni vini, ma sono curiosi e interessati a camminare parti dell’Italia per conoscere dove i vini nascono e dove molti uomini e donne del vino realizzano i loro sogni e progetti.

Alcuni numeri: Alcuni numeri: 670 cantine selezionate, ed altre 40 cantine da scoprire, 236 “Impronte d’eccellenza” per l’enoturismo, oltre 3.500 vini segnalati, 1.500 indirizzi utili per mangiare e dormire. Un volume che racconta luoghi e storie di uomini e donne del vino. Conduce al vino attraverso la cantina come sito da visitare e come fattore che concorre alla promozione del turismo del vino.

Una sorta di omaggio alla grande accoglienza italiana in cantina!

La presentazione ufficiale è in programma a Milano mercoledì 3 dicembre 2014, presso l’hotel Michelangelo**** di via Scarlatti 33. Fra gli ospiti dell’evento il giornalista Antonio Paolini e componenti del Comitato Decennale Luigi Veronelli. Insieme al giornalista Massimo Zanichelli e a Massimo Corrado, presidente di Go Wine, si discuterà di viaggi attorno e per il vino, per una Guida che non vuole rivolgersi soltanto ai “super appassionati”, ma che desidera essere un occasione per creare cultura a favore del vino e dei suoi territori.

Sono ben 236 le “Impronte Go Wine”: rappresentano l’”eccellenza” nel campo dell’enoturismo nazionale e costituiscono una sorta di segno ideale che Go Wine assegna alle cantine che hanno conseguito un alto punteggio nella valutazione complessiva su sito, accoglienza e profilo produttivo.

Nella speciale classifica per regioni ai vertici troviamo la Toscana con 47 impronte, seguita da Piemonte (42) e Veneto (38).

Sono 18 le Cantine che raggiungono il vertice delle “Tre Impronte Go Wine”: Badia a Coltibuono (Toscana); Bellavista (Lombardia); Ca’ del Bosco (Lombardia); Capezzana (Toscana); Castello di Modanella (Toscana); Castello di Verduno (Piemonte); Bisol (Veneto); Emo Capodilista – La Montecchia (Veneto); Ferrari (Trentino); Florio (Sicilia); Fontanafredda (Piemonte); Lungarotti (Umbria); Malvirà (Piemonte); Masciarelli (Abruzzo); Mastroberardino (Campania); Planeta (Sicilia); Tenuta Vicchiomaggio (Toscana); Villa Sparina (Piemonte).

I “Premi Speciali” dell’edizione 2015 sono in totale sei: si rivolgono a Resort e Tavole aziendali d’eccellenza, vini “storici” e “autoctoni”, EnoArchitetture.

Ecco i protagonisti:

Premio “Alto Confort” per il Relais aziendale dell’anno a

Villa Cordevigo Wine Resort-Vigneti Villabella (Cavaion Veronese, Veneto);

Premio “Cantine Golose” per la Tavola aziendale dell’anno a

Ristorante Massimo Camia – Cantina Damilano (Barolo, Piemonte)

Premio “Cantine Meravigliose” per l’EnoArchitettura dell’anno a

Tenuta di Castelbuono di Tenute Lunelli (Bevagna, Umbria);

Premio “Autoctono si nasce” al

Valle d’Aosta Donnas – Caves Cooperatives de Donnas (Donnas, Valle d’Aosta);

Premio “Buono…non lo conoscevo!” alla

Vernaccia di Oristano Antico Gregori  – Contini Attilio (Cabras, Sardegna);

Premio “Vini Storici d’Italia” al

Cirò Rosso Classico – Librandi (Cirò Marina, Calabria).

***

La Guida Cantine d’Italia 2015 è edita dall’associazione Go Wine; conferma l’impegno dell’associazione volto ad affermare, anche attraverso la Guida, i principi ispiratori dell’attività associativa. La redazione Go Wine cura la redazione di tutto il volume e del repertorio delle cantine selezionate, con la collaborazione principale di Massimo Zanichelli che intervista in apertura del volume 10 uomini e donne del vino, con i contributi e le segnalazioni di giornalisti e delegati Go Wine in Italia. Le 670 cantine presenti nel volume sono state scelte in base all’esperienza diretta e tengono conto di due requisiti preliminari: ovvero la disponibilità alle visite e la vendita diretta in cantina. Per ogni cantina una pagina ricca di notizie: dall’anagrafica aziendale ai dati sulla produzione, ai referenti interni da contattare; dai giorni e gli orari di visita alle informazioni stradali; dal racconto delle suggestioni che la cantina e il suo contesto offrono al visitatore a una serie di utili appunti sui vini aziendali con indicazione del vino top e degli altri vini da conoscere. Ogni cantina è presentata attraverso una valutazione in stelle (su scala 5), suddivisa nei tre aspetti che sono ritenuti rilevanti dalla Guida: il sito, l’accoglienza e i vini. Inalterato è sempre lo spirito dell’opera: spingere l’appassionato a viaggiare per conoscere il fascino del territorio del vino italiano attraverso il racconto di molti suoi interpreti d’elezione.

***

Dove e quando

Milano, mercoledì 3 dicembre 2014

Hotel Michelangelo**** – Via Scarlatti 33

ore 17,30: presentazione della Guida e assegnazione dei Premi Speciali

Intervengono: Massimo Corrado, Presidente Go Wine; Massimo Zanichelli, giornalista; Antonio Paolini, giornalista, il Comitato Decennale Luigi Veronelli.

ore 18,30-22: degustazione in esclusiva dei Vini Top di tutte le Cantine dell’Impronta Go Wine,

aperta a giornalisti, operatori ed enoappassionati.

Per ulteriori informazioni: 

redazione Go Wine Editore, rif. Silvia Pezzuto, tel. 0173 364631 gowine.editore@gowinet.it

Copertina guida Cantine d'Italia 2015

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here