Le Serre Nuove dell’Ornellaia 2011, il Second Vin di Ornellaia

0
103
Featured image

Le Serre Nuove dell’Ornellaia 2011 rispecchia perfettamente la grande annata che l’ha caratterizzata. Filo rosso – come rosso è il nuovo lettering in etichetta – è stato un clima caldo e asciutto che ha portato ad una felice quanto precoce vendemmia. In particolare il germogliamento è stato veloce ed omogeneo, condizione sempre molto favorevole per una grande annata, mentre le piogge sono arrivate al momento opportuno, cioè dopo la fioritura e l’invaiatura permettendo così un ottimo sviluppo dei grappoli.

“Bolgheri è oggi uno dei più famosi posti per la produzione di vino nel mondo – le parole di Michel Rolland, Consulente Enologo internazionale, che prosegue – Tutti ricordate il fantastico vendemmia 2001. Dieci anni dopo il 2011 è incredibile come 2001 è stato. Ma stiamo lavorando meglio, e nel 2011 mi sembra più sofisticato”

Il tempo di settembre, infine, soleggiato e privo di precipitazioni, ha regalato condizioni da manuale per l’ultima maturazione delle uve che si sono presentate alla raccolta concentrate e con un perfetto bilanciamento tra maturità dei tannini e freschezza acida e con profumi intensi e maturi.

Con queste premesse il lavoro in cantina è stato più rispettoso che mai – dice Axel Heinz, Enologo e Direttore di Produzione di Ornellaia, che aggiunge – “la natura ci ha messo in mano un ‘annata-tesoro’ e il nostro obiettivo è stato modulare con estrema delicatezza i diversi vitigni per creare una piccola sinfonia di emozioni”.

Le Serre nuove 2011, cuvée di Merlot , Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc e Petit Verdot frutto dei vigneti più giovani della storica azienda di Bolgheri, sarà sul mercato in settembre. È un vino concentrato ma allo stesso tempo fine, morbido, di grande intensità aromatica con note di frutta rossa pienamente matura, spezie e note balsamiche. “In bocca” continua Axel Heinz “colpisce particolarmente la grande maturità e la qualità dei tannini dolci e fitti, perfettamente levigati”.

Sinteticamente, un vino con ottime potenzialità d’invecchiamento ma anche perfettamente godibile oggi. Carpe Diem, direbbe quindi il poeta Orazio, e considerando che Le Serre Nuove dell’Ornellaia anticipa di circa 6 mesi, l’espressione 2011 del vino principe della casa toscana, Ornellaia, …possiamo iniziare il conto alla rovescia!

ORNELLAIA

La sua filosofia vede la nascita dei vini come espressione più vera del proprio territorio di origine. Le uve per Ornellaia sono selezionate a mano e raccolti nei vigneti di proprietà a Bolgheri, sita sulla costa toscana. La diversa natura dei terreni della tenuta – marini, alluvionali e vulcanici – è ideale per la coltivazione di Cabernet Sauvignon, Merlot, Cabernet Franc e Petit Verdot. La Tenuta comprende una superficie vitata di 97 ettari sulla costa Toscana, a pochi passi dal borgo medioevale di Bolgheri e dal celebre viale dei cipressi. Il costante lavoro del team e le condizioni microclimatiche e geologiche ottimali hanno portato in un ventennio – il 1985 è stata la prima annata di Ornellaia – i vini della tenuta a grandi successi internazionali. Ornellaia 1998 è stato nominato vino dell’anno nel 2001 dalla rivista americana Wine Spectator. Nel 2011 la testata tedesca Der Feinschmecker ha assegnato ad Ornellaia il suo premio più ambito, il Weinlegande. Numerosi i riconoscimenti ottenuti a livello nazionale e internazionale, soprattutto la presenza costante ai vertici delle principali guide enologiche italiane, Gambero Rosso, Espresso, Veronelli, Duemilavini AIS, Luca Maroni. Info: www.ornellaia.com

Le Serre Nuove dell'Ornellaia 2011 Packaging

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here