Tenute Rubino conquista i Cinque grappoli con Visellio 2011

0
11
Featured image

ll Visellio 2011 di Tenute Rubino conquista, i Cinque Grappoli della guida Bibenda 2014 dell’Associazione Italiana Sommelier, confermandosi tra i vini più pregiati della Puglia. Ancora un riconoscimento per questo vino ottenuto da uve Primitivo vinificate in purezza che, già lo scorso anno, con l’annata 2010, si era conquistato i Cinque Grappoli della guida dell’Ais e i Tre Bicchieri della Guida del Gambero Rosso, confermando un virtuosismo enologico da vero fuoriclasse. Proprio l’annata 2011, quella premiata, vestirà una nuova etichetta che, pur richiamando alcuni tratti d’immagine della precedente, ne rinnova i toni e ne esalta la raffinatezza.

Il Visellio fa parte dei Cru, i top wine di Tenute Rubino, divenuti emblema della qualità enologica del Salento a livello internazionale. É un vino che prende vita dai vigneti di Uggìo, sull’altopiano salentino a 80-100 metri sul livello del mare, a 14 Km a Sud-Ovest di Brindisi.

Si contraddistingue per il suo ventaglio di profumi di grande finezza, caratteristica figlia del microclima unico dei vigneti di Uggìo: le escursioni termiche, che portano ad una differenza di temperatura tra il giorno e la notte anche di 15° C, favoriscono l’accumulo di polifenoli che trasmettono alle uve di Primitivo una personalità ben distinta e riconoscibile, dove complessità ed eleganza si esaltano a vicenda. Un vino che ha la stoffa dei “grandi” vini rossi italiani, capace di evolversi e di avere una longevità che sfida il tempo.

“ E’ un anno importante quello che stiamo per lasciarci alle spalle – commenta Luigi Rubino – abbiamo inanellato una serie di buoni risultati dalle Guide a conferma della validità del percorso intrapreso. La nostra scelta è oramai chiara: vitigni autoctoni della nostra tradizione ma innovativi, che puntano decisamente sull’eleganza, riconoscibili. Questo nuovo riconoscimento per il Visellio, che arriva dopo i tre bicchieri del Gambero Rosso ottenuti dal Torre Testa, il nostro Susumaniello in purezza, – prosegue Luigi Rubino – è una ulteriore incentivo al lavoro che Tenute Rubino sta portando avanti nel Salento per mettere sempre più l’accento sulle tipicità del territorio e per valorizzare una viticoltura che, con pratiche scrupolose, consente di ottenere vini di grande pregio”.

Tenute Rubino – www.tenuterubino.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here