Nuove nomine Federdoc tra conferme e novità

0
14
Featured image

Si è riunito oggi a Roma per la prima volta il nuovo Consiglio di Amministrazione di Federdoc eletto lo scorso 26 giugno per nominare i vertici della Federazione. Ed è emersa una novità istituzionale votata all’unanimità: accanto alle conferme di Riccardo Ricci Curbastro alla Presidenza, Giuseppe Liberatore e Francesco Liantonio saranno affiancati da un terzo elemento nella Vice Presidenza: Stefano Zanette.

“Questa novità – spiega Ricci Curbastro – è determinata dalla volontà di Federdoc di ampliare la propria rappresentanza. Così Giuseppe Liberatore (Direttore Consorzio Chianti Classico), Francesco Liantonio (Presidente Consorzio Castel del Monte) formeranno con Stefano Zanette (Presidente Consorzio Prosecco DOC) una squadra in vista dei crescenti impegni nazionali ed internazionali della filiera vitivinicola a Denominazione di Origine Italiana .”

Nel Comitato esecutivo inoltre sono stati eletti Riccardo Ricci Curbastro, Giuseppe Liberatore, Francesco Liantonio, Stefano Zanette, Alberto Mazzoni, Gianni Marzagalli e Rocco Pasetti .

L’assemblea è stata anche l’occasione per un momento di riflessione sulle recenti attività di comunicazione. In particolare sui risultati raggiunti dal proprio Newstand, edicola virtuale su Apple Store che senza alcun tipo di promozione risulta già scaricata e utilizzata da utenti in Giappone, Nigeria, Canada, USA e Inghilterra, per citarne solo alcuni.

Il Newsstand, o più semplicemente “Chiosco”, permette di abbonarsi alle proprie pubblicazioni preferite e ricevere automaticamente i relativi aggiornamenti e i nuovi numeri. Le prime pubblicazioni di Federdoc sono state l’edizione 2012 del “V. Q.P. R.D. d’Italia” e l’edizione aggiornata al 2013 de “I vini italiani a Denominazione d’Origine”. Con il “V. Q.P. R.D. d’Italia” l’utente ha immediatamente disponibili mano i dati della produzione dei vini a Denominazione d’Origine relativa all’anno concluso. Con “I vini italiani a Denominazione d’Origine” invece l’utente può fruire della complessa panoramica delle Denominazioni d’Origine dei Vini Italiani,del le relative zone di produzione e delle varietà di uve con cui vengono prodotti.

Il valore aggiunto in queste pubblicazioni editoriali è la versatilità di consultazione, l’interattività e la possibilità di inserimento di contenuti multimediali. Ad esempio si ha la possibilità, tramite link interattivi, di accedere a pagine web, al sito istituzionale Federdoc e visualizzare il video cartoon prodotto da Federdoc e dedicato al processo produttivo di un vino a Denominazione d’Origine.

La riflessione sull’efficacia del “Chiosco” Federdoc è stata dunque oggetto di confronto e la valutazione estremamente positiva ha portato alla determinazione da parte del comitato di stabilire un costante aggiornamento con nuove pubblicazioni ed edizioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here