L’Ocêlot di Marco Scolaris protagonista a Vinitaly

2
491
Featured image

Un vecchio vitigno autoctono friulano, l’Ocêlot di Marco Scolaris, sarà protagonista – a Vinitaly – di una degustazione verticale per celebrare vent’anni di produzione dedicata, proponendo l’assaggio delle annate 1992, 1995, 1999 e 2003, caratterizzate rispettivamente da 1000, 1500, 150 e 2000 bottiglie prodotte.

Memoria secolare della vita dei campi friulana – racconta Marco Scolaris, produttore orgoglioso della propria storia e, al tempo stesso, orientato al futuro – l’Ocêlot, per le sue caratteristiche, dissetava e sfamava, fornendo l’energia necessaria per il duro lavoro della terra. Un vino di altri tempi, che si presenta ancora oggi intensamente colorato di un rosso granato con sfumature rubino, di gran corpo, ampio ed etereo, ricco di sentori speziati, con una spiccata attitudine a un lunghissimo invecchiamento. Questo prezioso vino – afferma Scolaris – riposa e si evolve in barriques di Rovere di Slavonia da 225 litri. Al termine della fermentazione alcolica (che lo porta a una gradazione del 14,5%), supera una degustazione “selettiva”, durante la quale si elimina il prodotto che non presenta la migliore qualità e si individua il “nocciolo” dell’assemblaggio. Viene poi ridistribuito tra le barriques rimaste dopo l’eliminazione di quelle più vecchie. Il monitoraggio del vino si compie regolarmente ogni 6/8 mesi, con continui assemblaggi, fino ad arrivare dopo quasi 6 anni a quello definitivo. Filtrato e imbottigliato, rimane in cantina altri sei mesi prima di essere commercializzato.

L’Ocêlot (IGT Friuli Venezia Giulia) ben racchiude la storia e la passione per la viticultura di Marco Scolaris, che ha saputo fondere la tradizione familiare con le nuove tecnologie e con un’attenzione continua a ogni dettaglio: dai vitigni alla cantina, ricercando la perfezione in ogni bottiglia. L’azienda di Marco Scolaris è stata fra le prime a vinificare e commercializzare vini bianchi e rossi tipici del Collio, una piccola area del Friuli-Venezia Giulia che si estende a Ovest di Gorizia, rinomata per l’alta qualità dei suoi vitigni dalla freschezza eccezionale e dall’attitudine all’invecchiamento.

Scolaris Vini ha una lunga storia e una solida tradizione, iniziata nel 1924 a San Lorenzo Isontino (GO) grazie al nonno di Marco, Giovanni Scolaris, che costruì la prima piccola cantina e iniziò a distribuire il vino prodotto in botti, con un carro trainato dai cavalli.

Oggi Scolaris Vini è un’azienda innovativa, orgogliosa della propria storia, radicata nella contemporaneità, orientata al futuro. Proprio l’amore per la terra e per la viticultura, e una particolare attenzione nel produrre uve che mantengano la tradizionale impronta del Collio, si rinvengono in tutti i vini Marco Scolaris bianchi e rossi, frutto di un’accurata scelta delle uve nei vigneti DOC Collio, e nei vini “cru”, ottenuti da uve particolarmente selezionate in vigneti dedicati, con lavorazioni di tipo agronomico ed enologico estremamente curate per produzioni limitate.

www.scolaris.it

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here